“ART FOR ANT”. UN MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA (E SOLIDALE) NEL CENTRO DI PERUGIA

Art for Ant 2
La conferenza stampa di presentazione di “Art for ANT”

(umbriajournal.com) PERUGIA – Oltre cinquanta artisti umbri per un museo “con-temporaneo” d’arte nel cuore dell’acropoli. Fino a lunedì 18 novembre si potrà scoprire a Perugia, in centro, presso gli spazi dell’ex Borsa merci in via Mazzini, il meglio dell’arte contemporanea e sostenere, acquistando le opere, i progetti di prevenzione oncologica in Umbria della Fondazione Ant. È stata presentata stamattina “Art for Ant”, mostra mercato d’arte contemporanea, ideata e organizzata dalla Fondazione ANT Italia Onlus con la direzione artistica di Andrea Baffoni e in collaborazione con Luciano Cancelloni, Emidio De Albentiis e Stefano Chiacchella. Una collettiva che mette insieme artisti quotati, nuovi talenti e promesse ormai affermate, tutti uniti nel segno della solidarietà. Un progetto che nasce con l’obiettivo di sensibilizzare la collettività in favore della lotta contro il cancro e di raccogliere fondi da destinare alla prevenzione oncologica, promuovendo l’arte contemporanea. Con una donazione, infatti, i visitatori potranno sostenere la Fondazione ANT e portare a casa un’opera d’arte. L’iniziativa, patrocinata da Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Perugia e Camera di Commercio di Perugia, oltre a raccogliere concretamente i fondi per i progetti di prevenzione della Fondazione in Umbria, mira a sensibilizzare la comunità sul progetto Eubiosia ANT, pensato per fornire assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai sofferenti di tumore (ad oggi garantita già in 9 regioni d’Italia 24 ore su 24, 365 giorno l’anno da uno staff di medici, infermieri e psicologi che assicurano lo stesso standard qualitativo dell’ospedale a casa del Sofferente). Come spiega Elisabetta Torzuoli, delegata Ant in Umbria: “Art for Ant è un’iniziativa dal forte valore simbolico: raccogliere fondi da destinare alla prevenzione e alla lotta contro il cancro attraverso la vitalità e la forza dell’arte contemporanea. I visitatori avranno l’occasione unica di sostenere gli sforzi della Fondazione Ant in Umbria e di portare a casa, facendo una donazione, un’opera d’arte di artisti quotati e giovani talenti”. Presenti in conferenza stampa Silvio Cipriani, del Comune di Perugia, che ha portato i saluti di Andrea Cernicchi, assessore alla Cultura del Comune di Perugia; Enza Morgillo e Elisabetta Torzuoli, Ant; Andrea Baffoni, critico d’arte; Luciano Cancelloni; Stefano Chiacchella, artista e professore del liceo artistico Bernardino di Betto. Tra gli artisti presenti in mostra: nomi noti e giovani emergenti, tra cui: Sestilio Burattini, Stefano Chiacchella, Serena Cavallini, Donatella Marinucci, Rita Albertini; c’è la presenza dei Fabbroni, padre e figlio. Cè un’esplosione in ceramica di Attilio Quintili, recentemente esposte nello spazio Trebisonda. Ci sono alcuni dei giovani più in vista della regione come Silvia Ranchicchio, Sara Sargentini, Tommaso Faraci, Laura Patacchia e Benedetta Galli. Ci sono alcuni dei vincitori delle passate edizioni del Premio Corciano di Pittura e scultura come Natascia Becchetti, Gennj Trentini e Skizzo. C’è la possibilità di acquisire opere, pezzi unici e rari come uno degli “sfilatini” in ceramica, realizzati in tiratura limitata, da Daniele Covarino per la mostra alla Freemocco’s House di Deruta. – info.umbria@ant.it – 342 7662550

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*