Escort positiva al coronavirus, disinfezione treni, lei non sarebbe grave

 
Chiama o scrivi in redazione


Escort positiva al coronavirus, disinfezione treni, lei non sarebbe grave

Escort positiva al coronavirus, disinfezione treni, lei non sarebbe grave

Dopo la positività al coronavirus, accertata a carico della escort peruviana, è scoppiato il panico tra i clienti della donna e anche tra coloro che potrebbero aver viaggiato con lei da Modica (Ragusa) a Foligno. Soprattutto i treni sono entrati nel range della attenzione delle autorità sanitarie.

Da quanto si apprende, pare che ad essere stati sanificati, con prodotti decontaminanti, sarebbero stati una decina di convogli in quanto in uno dei vagoni ha viaggiato appunto la sudamericana. La donna, lo ricordiamo, in Sicilia avrebbe soggiornato una quindicina di giorni in un monolocale dove avrebbe ricevuto diversi clienti.

Basta far di conto, come si dice in questi casi, e – tra coloro che sono andati con lei e chi ci ha viaggiato – la donna potrebbe aver contagiato un notevole numero di persone e, questi, a loro volta altrettante.

I vagoni, come si sa, vengono “Movimentati” da convoglio a convoglio e da qui la sanificazione, per così dire, a “tappeto”, protocollo che, oramai, scatta di default in casi del genere.

Come sempre in questi casi non è facile risalire alla catena di contagio e, per di più, ci sono i chilometri percorsi. Il Messaggero di oggi, a firma di Egle Priolo, scrive “che In base alle parole della donna (tutte da verificare), poi, appena arrivata a Foligno si sarebbe sentita male, tanto da raggiungere a piedi il primo ospedale, il San Giovanni Battista. Qui, con una sintomatologia compatibile con il contagio da coronavirus, è stata sottoposta a tampone in un regime di totale sicurezza per i pazienti e i sanitari. Per poi essere trasferita immediatamente al reparto di Malattie infettive del Santa Mria della misericordia di Perugia, dove è ricoverata in isolamento da mercoledì. Le sue condizioni non sarebbero preoccupanti, ma i problemi respiratori sembrano pesanti: quindi, tra tosse, febbre”.

Sentite anche le autorità sanitarie sicule, dove è stato diramato il seguente messaggio chiunque abbia: «il sospetto di essere venuto a contatto con la donna a segnalarlo per essere sottoposto a tutti gli accertamenti al fine di evitare ulteriori e potenziali contagi».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*