Senato ok proposta Briziarelli su Commissario straordinario siccità

Il Senato ha impegnato il Governo alla nomina del Commissario Straordinario

Senato ok proposta Briziarelli su Commissario straordinario siccità

Senato ok proposta Briziarelli – “Il Senato ha impegnato il Governo alla nomina del Commissario Straordinario per il Contrasto alla Siccità. Un importante punto di partenza anche per il Trasimeno perché al Commissario sarà assegnato un compito specifico per il lago: poter disporre interventi immediati di pulizia del bacino, di dragaggio e di adduzione”. Sono le parole del Senatore della Lega, Luca Briziarelli a margine della votazione che ha visto la richiesta approvata con 165 voti a favore, 57 astenuti e 1 solo voto contrario nell’ambito della conversione del decreto-legge 9 agosto 2022, n. 115, recante misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche sociali e industriali.

Presentato l’emendamento del Lago, “Siccità e Trasimeno”, una risposta concreta

“L’emendamento 13.0.2, a mia prima firma, è stato trasformato in Ordine del Giorno ‘impegnativo’ ed è stato posto in votazione con il sostegno delle commissioni Bilancio e Finanze. Vorrei ringraziare il Senatore Luciano D’Alfonso, Presidente della Commissione ‘Finanze’, per le parole di sostegno espresse in Aula. Il Governo – spiega Briziarelli – aveva proposto l’apertura di un tavolo tecnico che non avrebbe avuto la stessa forza, era giusto che il Parlamento si esprimesse di fronte al Paese assegnando un compito preciso a questo e al prossimo Governo, perché il tema dell’acqua, insieme a quello dell’energia, non è “un” tema, ma è “il” tema del futuro.

Non possiamo limitarci a sostenere le aziende

Non possiamo limitarci a sostenere le aziende per i danni subiti, ma dobbiamo lavorare per prevenire la siccità ed assicurare le necessarie risorse idriche al Paese. Tra i compiti del commissario ci sarà quello di ridurre i tempi di programmazione e di realizzazione degli interventi necessari alla mitigazione dei danni e degli effetti connessi ai fenomeni di siccità e di promuovere il potenziamento e l’adeguamento delle infrastrutture idriche, aumentando la resilienza dei sistemi idrici ai cambiamenti climatici anche riducendo le dispersioni di risorse idriche che in alcune aree arrivano al 52%.

Allo stesso modo sarà fondamentale assicurare l’attuazione e il coordinamento delle misure strutturali necessarie per il contenimento e contrasto della situazione in atto nel settore idrico connessa alla drastica riduzione delle precipitazioni piovose. In questo quadro l’atto prevede che il Commissario Straordinario dovrà individuare almeno 15 progetti strategici per far fronte alla crisi idrica.

Noi ci auguriamo che tra questi siano inserite le opere per l’adduzione al Trasimeno per poterne stabilizzare definitivamente il livello. Oltre che ai colleghi il mio ringraziamento sentito va anche alle associazioni di categoria e agli amministratori locali e regionali di ogni orientamento politico che hanno ufficialmente e convintamente sostenuto la proposta di istituzione del Commissario Straordinario. È la conferma di come su temi fondamentali come questo si possa lavorare insieme nell’interesse del territorio che siamo chiamati a rappresentare.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*