Pulire i cestini a Terni, lo chiede Aiace Umbria e il presidenze Zenone

 
Chiama o scrivi in redazione


Pulire i cestini a Terni, lo chiede Aiace Umbria e il presidenze Zenone

Pulire i cestini a Terni, lo chiede Aiace Umbria e il presidenze Zenone  Con queste giornate di caldo afoso la città diventa sempre più invivibile. Oltre alle problematiche climatiche ne sorgono tante altre. I cestini dell’immondizia in giro per la città traboccano di rifiuti e nessuno li pulisce. Anche le decine di segnalazioni che arrivano dai gruppi attivi sui social non servono a nulla. Lo Sportello Consumatore di Aiace e Terni Malandata (attivi su Facebook) fanno girare decine di segnalazioni quotidiane ma nessuno interviene. Questa situazione, oltre a creare una situazione di grave disagio, è anche un attacco all’igiene pubblica: oltre ai rifiuti maleodoranti e sudici, ci sono anche cartoni con materiali forse organici che emanano puzze e dai quali fuoriescono strani liquidi oleosi. Chi deve pulire questi cestini?

Chi occorre avvisare per avere una controparte che intervenga? Come mai nessuno si impegna a risolvere definitivamente queste problematiche organizzando un servizio, non dico quotidiano, ma almeno settimanale di passaggio per la pulizia dei cestini della città?

Questi cestini sono sporchi dappertutto. Basta dare uno sguardo sui social e si vedono le decine di segnalazioni quotidiane: a Largo Frankl, in Via Eugenio Chiesa, in Viale Brin davanti alle professionali, in via Narni nei giardinetti, in tutti i parchi urbani ternani ed in moltissimi altri posti. Aiace Umbria (www.aiaceweb.it), per voce del commissario regionale dott. Alessio Zenone, chiede a tutti gli enti preposti ed alla politica tutta di interessarsi a detta problematica e di intervenire in maniera definitiva e risolutiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*