Perugia Green Days, chiusa l’edizione 2013. Il bilancio degli organizzatori

folla ai green days minimetròdi Laura Santi (UJ.com3.0) PERUGIA – Si è chiusa domenica 19 maggio la terza edizione dei Perugia Green Days, il Festival della Mobilità Alternativa che per tre giorni, tra centro storico e area Minimetrò di Pian di Massiano, ha proposto a cittadini e turisti un nuovo modello di mobilità sostenibile, rivitalizzando un’intera area, quella della zona terminal Minimetrò, e della periferia verde di Perugia.
Tra le diverse centinaia di persone venute all’edizione 2013 della kermesse, sono oltre cento le persone che hanno usufruito dei corsi di guida sicura ed economica promossi nei Green Days insieme al CNESS dell’Autodromo dell’Umbria (già co-protagonista con la “25 Ore Energy Saving Race”) e ad ACI Perugia; oltre duecento i ciclisti amatori che hanno partecipato domenica– nonostante il meteo non favorevole – a “Bicincittà”, in questa edizione con le bici elettriche di Comune e associazioni insieme a quelle tradizionali; soprattutto, sono oltre 500 sono i cittadini che hanno voluto provare la e-bike, la ormai nota bici elettrica, in loco a Pian di Massiano grazie ad associazioni e aziende di settore, oppure partecipando alle escursioni in bici per la città e il comprensorio. Superando così lo scetticismo che vede da sempre Perugia come città avversa alla mobilità su due ruote.

Senza nulla togliere all’immancabile “Piedibus della salute e del Ben-Essere” di sabato 18 maggio, si può dire che per questa edizione 2013 abbia quindi vinto – perlomeno quanto a eco e risonanza – il settore “bici”; tutti gli eventi in programma – un nome per tutti lo Swap party, il “festival del baratto con stile” – hanno peraltro avuto un ottimo afflusso di pubblico. Nell’area dedicata allo Swap/baratto, con tanto di negozio e vetrina allestita, gazebo, merchandising e staff professionale, il viavai di persone da sabato mattina fino alla notte e per tutta la domenica è stato incessante: segno dei tempi e della fase economica in atto, probabilmente, ma anche e soprattutto, segno della riscoperta di nuovi stili di vita, più sostenibili. Proprio sui nuovi stili di vita – e in primis sulla mobilità alternativa e “dolce”, vero obiettivo da raggiungere per la città capoluogo – ha voluto puntare i suoi sforzi l’Associazione di imprese green “Progettare il futuro” , cofondatrice, insieme al Comune di Perugia, della manifestazione primaverile.
Con una novità per il 2013: a settembre, i “Perugia green Days” torneranno con una edizione “winter” – verosimilmente il 20 e 21 del mese – tutta dedicata alle agrienergie. Un appuntamento fondamentale, vista la fase delicata e il dibattito, spesso polemica sul territorio, intorno ai cosiddetti “biogas” (con l’urgenza da parte di Palazzo dei Priori di chiarire natura, destinazione, opportunità delle agrienergie in Umbria).
Appuntamento quindi al 20-21 settembre, con la seconda edizione dei “Perugia Green Days 2013”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*