Green Game, studenti in gara per il campionato nazionale sul riciclo

Green Game, studenti in gara per il campionato nazionale sul riciclo

Green Game, studenti in gara per il campionato nazionale sul riciclo

A rappresentare la provincia di Perugia L’I.I.S. “Patrizi – Baldelli – Cavallotti” di Città di Castello e l’I.I.S. “Spagna – Campani” di Spoleto

Cosa va nella raccolta differenziata di alluminio, carta e cartone, plastica, vetro ed acciaio? Siamo sicuri che le nostre azioni quotidiane siano corrette?
I Consorzi Nazionali per la raccolta, il recupero ed il riciclo degli imballaggi CIAL, COMIECO, COREPLA, COREVE e RICREA mettono in campo moltissimi progetti per sensibilizzare e coinvolgere i cittadini sulle buone norme di raccolta differenziata. Uno di questi è il GREEN GAME DIGITAL, il Campionato Nazionale sul Riciclo destinato agli studenti degli Istituti Secondari di II grado.

Di Roberta Sciapichetti Ufficio Stampa Peaktime


E’ un progetto ideato nel 2013 da CIAL, COMIECO, COREPLA, COREVE e RICREA con l’obiettivo di affiancare i ragazzi e i loro insegnanti nell’educazione ambientale, parte essenziale nella formazione di una cittadinanza attiva e responsabile. Il metodo del Green Game è estremamente innovativo e vincente con gli studenti: tecnologie interattive e sana competizione sono gli ingredienti che in questi anni lo hanno reso un format di successo.

L’economia circolare, la riduzione della produzione dei rifiuti, fare una corretta raccolta differenziata e valorizzare il riciclo degli imballaggi in ALLUMINIO, CARTA E CARTONE, PLASTICA, VETRO E ACCIAIO, sono i temi trattati dal progetto e sui quali i ragazzi si batteranno in quiz a risposta multipla, classe contro classe, mettendo alla prova le loro conoscenze in campo ambientale.

Il GREEN GAME raggiungerà oltre 130 scuole in Italia coinvolgendo 23.000 studenti.

Gli studenti potranno partecipare sia da scuola che da casa. Stabilito l’appuntamento si collegheranno su una piattaforma riservata, realizzata e gestita dagli esperti formatori della Peaktime – agenzia specializzata in progetti didattici, scelta dai Consorzi per gestire l’intera iniziativa – e nella prima fase assisteranno alla lezione supportata da contenuti multimediali appositamente studiati per catturare anche on line la loro attenzione. Subito dopo si passerà alla fase di “verifica”: quiz, domande multi-risposta a tempo, vero o falso per stabilire il grado di apprendimento dei ragazzi durante la lezione e individuare così i più meritevoli dell’appellativo di “esperto riciclatore”. Lo studente più meritevole vincerà in premio un buono per gli acquisti online, mentre la classe che otterrà il punteggio medio più alto si aggiudicherà il pass per la Finalissima Nazionale dove incontrerà le migliori classi selezionate in ogni Istituto e in tutta Italia.

Le scuole in gara a rappresentare la provincia di Perugia

Il Green Game ha preso il via il 4 novembre dall’Ipsia “Ricci” di Fermo e proseguirà con ritmo serratissimo fino a febbraio. A rappresentare la provincia di Perugia l’I.I.S. “Patrizi – Baldelli – Cavallotti” di Città di Castello e l’I.I.S. “Spagna – Campani” di Spoleto.

Green Game per il valore didattico, etico e formativo è patrocinato dal Ministero della Transizione Ecologica

Tutte le informazioni e per le iscrizioni www.greengame.it e sulle pagine ufficiali di Facebook e Instagram.

L’iscrizione e la partecipazione sono gratuite.

_______________________________

CIAL, COMIECO, COREPLA, COREVE e RICREA sono Consorzi nazionali no profit, nati per volontà di legge e si occupano su tutto il territorio italiano di garantire l’avvio al riciclo degli imballaggi raccolti dai Comuni italiani tramite raccolta differenziata.
In Italia, mediamente, ogni anno, si producono circa 11 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio. Di questi, il sistema dei Consorzi nazionali, che fa capo al CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) ne recupera circa il 78%, vale a dire: 3 imballaggi su 4.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*