Umbria Jazz Spring a Terni, Steve Wilson e Lewis Nash e poi Paolo Fresu

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbria Jazz Spring a Terni, Steve Wilson e Lewis Nash e poi Paolo Fresu

Umbria Jazz Spring a Terni, Steve Wilson e Lewis Nash e poi Paolo Fresu  Si comincia alle 18 al Caffè Bugatti con la formula sassofono-batteria della coppia Steve Wilson e Lewis Nash, con il loro ‘Duologue’ (in replica alle 23), poi alle 21 al santuario di San Francesco sarà la volta di una delle due produzioni originali che saranno proposte nel cartellone di UJS 2018: si tratta di ‘Two Islands’, una sinergia tra Umbria Jazz e gli Amici della musica di Perugia, una nuova collaborazione tra Paolo Fresu e l’Orchestra da camera di Perugia. Con il trombettista sardo e l’orchestra perugina ci sarà l’artista Giovanni Sollima, compositore e violoncellista di fama mondiale per le sue originali innovazioni.

Leggi anche
Lewis Nash (born December 30, 1958) is an American jazz drummer.[1] According to Modern Drummer magazine, Nash has one of the longest discographies in jazz and has played on over 400 records , earning him the honor of Jazz’s Most Valuable Player by the magazine in its May 2009 issue.[2] Nash is noted for his adaptability to a vast array of genres, as evidenced by his performances with such different musicians as Tommy Flanagan and Don Pullen.[1] Nash has made 5 recordings as bandleader: Rhythm is My Business (1989), It Don’t Mean a Thing (2003 Japanese import) and Stompin’ at the Savoy (2005 Japanese import), Lewis Nash and the Bebop All-Stars featuring Frank Wess (2008 Japanese Import), and The Highest Mountain (2012). In 2008, Nash became part of The Blue Note 7, a septet formed that year in honor of the 70th anniversary of Blue Note Records.

Umbria Jazz e gli Amici della Musica di Perugia, il primo progetto si intitola “Two Islands” ed è una nuova collaborazione tra Paolo Fresu e l’Orchestra da camera di Perugia, che l’anno scorso realizzarono, con Daniele di Bonaventura, la rilettura del Laudario di Cortona. Quest’anno in “Two Islands”, con il trombettista sardo e l’orchestra perugina ci sarà uno straordinario artista come Giovanni Sollima, compositore e violoncellista di fama mondiale per le sue originali innovazioni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*