Sisma, più di 200 i cantieri avviati, nel cratere 880

Sono 80 milioni di euro i contributi finora assegnati tra Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria

Sisma, più di 200 cantieri post sisma avviati, nel cratere 880

Sisma, più di 200 i cantieri avviati, nel cratere 880

NORCIA – I cantieri avviati o già completati nella ricostruzione post terremoto nelle quattro regioni del Centro Italia colpite sono in tutto 880, oltre 200 in Umbria. Il dato, riportato oggi dall’Ansa, emerge al 9 marzo scorso dai dati del centro funzionale della Protezione civile dell’Umbria e raggruppa sia la ricostruzione leggera, sia pesante e le delocalizzazioni.

Sono 80 milioni di euro i contributi finora assegnati tra Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, di cui circa 67 riservati al recupero degli immobili. 

Per quanto riguarda la ricostruzione leggera e pesante le pratiche al momento istruite sono 2.383 (285 Umbria, 385 Abruzzo, 202 Lazio, 1.511 Marche), mentre i cantieri aperti sono 514 (otto Abruzzo, 16 Lazio, 362 Marche, 128 Umbria) ai quali ne vanno aggiunti 18 completati.

Sempre per quanto attiene alla ricostruzione degli edifici sono in fase di compilazione 1.209 pratiche (227 Abruzzo, 122 Lazio, 646 Marche, 214 Umbria).

I numeri delle delocalizzazioni temporanee parlano di 1.202 pratiche istruite (29 Abruzzo, 87 Lazio, 738 Marche, 348 Umbria) e 336 cantieri (15 Abruzzo, 113 Lazio, 132 Marche, 76 Umbria), più 12 completati.

Per quanto riguarda i contributi, oltre 15 milioni sono andati all’Umbria, circa 57 alle Marche, due milioni all’Abruzzo e quasi sei al Lazio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*