Traliccio Telfer smontato entro 2 ottobre, parola di Melasecche, salvo…

SALVO COMPLICAZIONI, CONDIZIONI DEL TEMPO ED IMPREVISTI. SI STA FACENDO DI TUTTO PER RIDURRE IL DISAGIO DELLE POPOLAZIONI.

Traliccio Telfer smontato entro 2 ottobre, parola di Melasecche, salvo…

da Enrico Melasecche
Onde evitare che si diffondano notizie non esatte si ritiene di riepilogare una sintesi della situazione ad oggi 19 settembre in merito alle operazioni progettuali e tecnico amministrative che si stanno svolgendo con un impegno assoluto e senza tregua dell’Ufficio Tecnico del Comune per ridurre al minimo il disagio della popolazione. Ieri mattina il Comune di Terni ha partecipato alla riunione indetta dalla Prefettura in cui era presente il Presidente della Provincia competente ad oggi sulla strada interrotta, i sindaci di tutti gli altri Comuni ed i rappresentanti delle Istituzioni, dai VVFF, alla Soprintendenza, alla Polizia Stradale, all’ANAS.

Abbiamo informato dettagliatamente delle operazioni che si stavano svolgendo di cui viene resa edotta costantemente la Prefettura che ringraziamo per la disponibilità costantemente manifestata nel corso di queste giornate convulse.

E’ stata redatta una “richiesta di offerta per i lavori di smontaggio della passerella Telfer presso l’ex stabilimento di Papigno” corredata fra l’altro della planimetria dei luoghi e di un elaborato relativo all’intervento da eseguire e dei mezzi da impegnare nell’operazione molto complessa anche in relazione ai luoghi ed alla difficoltà di trasferire dall’altro lato del Fiume Nera mezzi particolarmente pesanti. Fin da questa mattina alle imprese individuate ad iniziativa dei tecnici per capacità ed affidabilità sono state inviate le pec relative alla richiesta di offerta.

Le stesse dovranno far pervenire le proprie offerte entro le ore 11 di venerdì 22 settembre, includendo la documentazione necessaria a cominciare dalla offerta economica inferiore a circa 200.000 euro.

Seduta stante, alle ore 11,30, nella sala riunioni aperta al pubblico si procederà all’esame delle offerte ed alla conseguente assegnazione dell’appalto. L’impresa aggiudicataria potrà quindi iniziare a movimentare i mezzi, fondamentalmente due gru da 400/500 tonnellate, due piattaforme, i camion con le zavorre e tutto il materiale d’uso fin dal sabato e dalla domenica e dovrà obbligatoriamente portare i mezzi al massimo entro martedì 25 settembre.

Si prevede l’inizio delle operazioni entro il successivo 27, per concludere il tutto in tempi rapidissimi, compresa la pulizia e la rimessa in pristino dei luoghi entro martedì 2 ottobre.

Pur nella assoluta necessità di operare in somma urgenza, per garantire la massima trasparenza, è stato deciso di espletare questa sorta di informale consultazione di mercato fra operatori qualificati ad operare su beni vincolati. Ringrazio i tecnici del Comune ed il consulente esterno che hanno lavorato senza sosta, con grande senso di responsabilità, per bruciare i tempi e consentire, come ci auguriamo tutti, di poter consentire la riapertura della Strada Valnerina e ridurre il disagio di residenti e turisti entro la data indicata. Ci auguriamo che le condizioni del tempo ed i possibili imprevisti non ritardino le conclusioni della intera operazione. Enrico Melasecche, Assessore ai LLPP

1 Commento

  1. Anche in rappresentanza del primo comitato civico della Valnerina , il comitato del castello di Arrone, si auspica una soluzione a breve termine constatato che il disagio degli abitanti, dei centri turistici è davvero grave , con tempi di percorrenza per raggiungere Terni raddoppiata , con incidenza di sinistrosità constata de visu anche stamattina 20 settembre da parte degli automezzi che sono costretti a percorrere le vie alternative: Auspichiamo inoltre che ci sia una soluzione alternativa nelle more dell’attesa del , per quanto attiene i mezzi di pronto intervento !
    il presidente Laliscia Piero

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*