Tiro con l’arco skeet, lo scudetto tricolore a Spada ed Eleuteri

Eccellenza(umbriajournal.com) TERNI – Con l’assegnazione del titolo di Campione Italiano si chiude la stagione agonistica dello Skeet. L’ultimo atto del 2013 è stato ospitato dalle pedane del Tav Cascata delle Marmore di Acquasparta (TR).

Christian Eleuteri si aggiudica il titolo assoluto e si cuce al petto lo scudetto di migliore d’Italia. E’ il primo titolo italiano per il quasi trentenne (festeggerà il compleanno il prossimo 16 novembre) agente Forestale di Latina. Prima d’ora era riuscito a conquistare solo la piazza d’onore, nel 2006 a Lunghezza. Dopo qualche anno di ombra, per il tiratore laziale questa affermazione nazionale potrebbe rappresentare il preludio per un ritorno sulla ribalta.

In gara Eleuteri ha mantenuto una concentrazione assoluta fino al termine della quarta serie, presentandosi in pedana per la quinta ed ultima con un perfetto 100/100. Dopo i 25 piattelli conclusivi il suo totale è stato di 123/125, migliore della giornata insieme a quello di Luigi Lodde (Esercito) di Ozieri (SS).

Nella semifinale quest’ultimo non ha sbagliato nulla agguantando il medal match per loro con un esemplare 16/16. Uno zero, infilato da Eleuteri nel pull della seconda doppia della pedana quattro, ha costretto il tiratore di Latina ad uno spareggio con Sandro Bellini di Quarrata (PT), arrivato come lui a quota 15/16. Regolato Bellini, Eleuteri ha dovuto affrontare Lodde, quinto classificato ai Giochi Olimpici di Londra 2012, nello scontro diretto per decidere l’oro e l’argento.

Uno scontro alla pari tra due tiratori di talento che si sono eguagliati fino al dodicesimo lancio, sbagliando entrambi il pull della prima doppia in pedana cinque.

Tutto si è deciso nell’ultima pedana. Fatale per Lodde il secondo zero della serie che ha regalato il titolo di Campione Italiano a Eleuteri con il punteggio finale di 15 a 14.

AL terzo posto Giovanni Di Bari di Talsano (TA).

Tra le Ladies la migliore in pedana è stata Katiuscia Spada. Reduce dal Mondiale di Lima in cui si è diplomata Campionessa del Mondo a squadre, la neo mamma poliziotta di Fabro (TR) ha centrato il terzo tricolore della sua carriera (entrambi conquistati a Capua nel 2004 e nel 2008).

Entrata in semifinale grazie al 69/75 realizzato in qualificazione, Katiuscia si è meritata l’accesso allo scontro diretto con un quasi perfetto 15/16. Nel medal match ha dovuto affrontare la giovane Virginia Orlando, Campionessa Mondiale Juniores nel 2010 a Monaco (GER) di Montalbano Jonico (MT), e non ha avuto problemi a regolarla con il punteggio di 15 a 12. Al terzo posto Diana Bacosi (Esercito) di Cetona (SI).

Uno scontro diretto di altissimo livello quello che ha assegnato il titolo di Campione Italiano nel Settore Giovanile. Protagonisti il neo Campione del Mondo Juniores Domenico Simeone di Baia e Latina (CE) e Tammaro Cassandro, bronzo nella stessa competizione iridata. I due si sono fronteggiati con tutta la determinazione possibile e, chiuso il medal match con un identico 15/16, i due hanno sistemato la faccenda con uno shoot-off, vinto da Tammaro con +4 a +3. Sul terzo gradino del podio il toscano Gabriele Rossetti (Fiamme Oro).

Infine, gli altri titolo di Campione Italiano in palio sono andati a Stefano Benet di Muggia (TS) con 140/150 +6 nella classifica di Prima categoria, a Gino Mollica di Avellino con 141/150 nella Seconda e a Lorenzo Merlo Fiorillo di Alife (CE) con 128/150 nella Terza.

Risultati

Eccellenza: 1° Christian ELEUTERI 123/125 – 15/16 (+6) – 15/16; 2° Luigi LODDE 123 – 16 – 14; 3° Giovanni DI BARI 120 – 14 – 13.

Ladies: 1ª Katiuscia SPADA 69/75 – 15/16 – 15/16; 2ª Virginia ORLANDO 66 (+8) – 14 – 12; 3ª Diana BACOSI 72 – 12 (+2) – 14.

SettoreGiovanile: 1° Tammaro CASSANDRO 120/125 – 15/16 – 15/16 (+4); 2° Domenico SIMEONE 120 – 16 – 15 (+3).

Prima: 1° Stefano BENET 140/150 (+6); 2° Eros MARCELLINI 140 (+5); 3° Luca RUSCIANO 136.

Seconda: 1° Gino MOLLICA 141/150; 2° Roberto BIANCHI 133; 3° Nicola ARCURI 129 (+2)

Terza: 1° Lorenzo MERLO FIORILLO 128/150; 2° Giacomo BONCOMPAGNI 124 (+5); 3° Michele DI TOMMASO 124 (+4).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*