Si è conclusa la manifestazione del CSI “Villaggio dello Sport” 🔴VIDEO

Si è conclusa la manifestazione del CSI “Villaggio dello Sport” 🔴VIDEO

Se un bellissimo sole ha accolto la prima giornata del Villaggio dello Sport, la manifestazione organizzata dal CSI di Perugia presso il Barton Park, la pioggia ha invece deciso di far terminare qualche ora prima, la due giorni che il Comitato perugino ha fortemente voluto in vista della piena ripresa delle attività sportive.

Inaugurato sabato 18 settembre, l’evento si è concluso domenica 19 settembre nel primo pomeriggio.

La manifestazione è un’iniziativa nata dal progetto “A Bordocampo” , a cui il CSI di Perugia ha aderito, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali volta a promuovere lo sport come veicolo per animare i territori, coinvolgere le comunità, le società sportive e gli atleti e formare per questo un una figura specifica quale è il Promotore Sportivo.

Educare, crescere e divertirsi: lo spirito che da sempre caratterizza il CSI e che ha immancabilmente guidato anche questa edizione della manifestazione che ha riportato l’ Associazione arancioblu nel suo habitat naturale.

Un vero successo la promozione di nuove discipline che nel momento in cui è stato impossibile praticare gli sport “classici”, hanno attirato l’attenzione di molti. Il CSI di Perugia vuole farsi trovare pronto ad intercettare queste attività che i giovani conoscono in anticipo e che fin’ora sono rimaste in ombra.

Tantissime le famiglie che hanno colorato gli spazi gioco del CSI di Perugia: Bubble soccer, minivolley, calcio 2 VS 2, calcio a 5, street basketball, calcio balilla umano, gimkana ciclistica e aree gioco con gonfiabili. 17 le postazioni totali con la presenza di più di 50 volontari CSI ad assistere chi è arrivato in questi due giorni al Barton Park. Innumerevoli le presenze al Villaggio dello Sport – più di mille i bambini che si sono cimentati nelle varie attività promosse- per la grande soddisfazione di tutto il Comitato provinciale.

Siamo estremamente dispiaciuti di aver dovuto interrompere prima dell’orario previsto la manifestazione – così il Promotore Sportivo CSI, Davide Cutuli, in prima linea nell’organizzazione dell’evento – purtroppo la pioggia arrivata sul Barton Park e anche il vento improvviso, ci ha costretto alla chiusura anticipata nella giornata di domenica. La sicurezza dei bambini e dei volontari del CSI viene, ovviamente, prima di tutto ed il tempo non permetteva di essere tranquilli in questo senso”.

LEGGI ANCHE – Grifo, tira aria di disfattismo, tifosi molto critici col Perugia calcio

Ma il CSI non si scoraggia ma anzi ,ha tratto forza e voglia di replicare dopo il bellissimo abbraccio arrivato dai tanti partecipanti, soprattutto famiglie, della due giorni al Barton Park. La promessa è tornare ancora con tante manifestazioni molto presto.

Nella prima giornata, sabato 18 settembre, dopo l’apertura del Villaggio dello Sport, presso l’arena del Barton Park si è svolta anche la Convention di presentazione della nuova stagione e la premiazione dei vincitori di quelle passate. A partire dalle ore 17, sapientemente guidata da Francesco Biancalana sul palco principale, sono stati premiati tante società e tanti atleti che militano nei campionati CSI per la stagione 2020/2021.

Il Comitato ha inoltre voluto simbolicamente consegnare un riconoscimento anche per le squadre che, durante la stagione purtroppo interrotta dalla pandemia, si trovavano nelle prime posizioni delle relative classifiche e che non sono potute riprendere.

In particolare per tutti quegli sport indoor di cui si prevede la ripresa proprio in questa imminente stagione sportiva. Presenti: Domenico Ignozza (presidente CONI Umbria), Fabio Peccini (delegato CIP Umbria), Erika Borghesi (consigliera Provincia di Perugia), Giacomo Marinacci (vice sindaco del Comune di Deruta), Andrea Braconi (assessore Comune di Corciano), Alessandro Rossi (presidente regionale CSI Umbria), Federico Noli (vice presidente CSI di Foligno e consigliere regionale CSI Umbria).

Un’emozionato Roberto Pascucci apre la Convention: “Sì, sono molto emozionato perché oltre ad essere la prima edizione da presidente del CSI di Perugia, dopo un anno e mezzo così difficile vedere tutti questi bambini sudati e felici che si divertono, mi apre il cuore. Avevamo promesso di tornare appena fosse stato possibile e siamo qui – conclude Pascucci – a presentare tante attività in programma per questa ripresa e lo faremo con tutti i valori in cui il CSI crede e si fonda con lo sport come mezzo di educazione”.

Sempre molto vicino al CSI anche Domenico Ignozza, presidente del CONI Umbria, ha portato i suoi saluti: “Grazie per l’invito a questa festa meravigliosa che aspettavamo da un pò di tempo e di cui sentivamo la mancanza. Il Comitato Olimpico ha sempre portato come esempio questo, una festa per le famiglie che fanno fare sport ai propri figli. Saranno periodi in cui dovremo ancora stare attenti – prosegue Ignozza – non sarà facile anche perché, purtroppo, molte società non apriranno ma si sta facendo del tutto affinché lo sport possa essere ancora vicino alle famiglie”.

Lo sport per tutti: è questo lo spirito che condividiamo con il CSI – apre così il suo intervento Fabio Peccini, delegato CIP Umbria – in questa sede chiedo di poter sfruttare questa forza che il Centro Sportivo ha per poter allargare questa opportunità di fare sport anche alle persone con disabilità. Spero che il prossimo anno, nella premiazione finali ci potrà essere anche una rappresentante dei nostri atleti”.

Sul palco della Convention non sono mancati anche gli interventi dei responsabili del CSI sia provinciale che del Comitato regionale Umbria. Tutti molto positivi e pregni della voglia che il CSI, in tutti i suoi livelli, ha pronta per affrontare la nuova stagione, la stagione della ripresa.

Claudio Banditelli –  Direttore attività sportive CSI di Perugia : “E’ questa la voglia che vogliamo mettere in campo per tornare a vivere questa stagione che si appresta ad iniziare. Vogliamo vincere questa sfida e la vogliamo vincere insieme a tutti voi. Abbiamo già bei numeri che ci spingono a rilanciare la nostra proposta: la volontà è tornare anche in palestra con la pallavolo e la pallacanestro. Vogliamo essere vicini alle società e il CSI, c’è: chiamate e chiedete aiuto se avete difficoltà, il CSI vuole esserci”.

Paolo Scarponi – Direttore attività giovanili CSI di Perugia: Quando ricominceremo? Presto e ci saremo rispettando le regole. Tenetevi pronti perché ricominceremo con il Minivolley ed il Minibasket e anche con il calcio per i più piccoli. Le società sono state avvisate e abbiamo tanti progetti in cantiere. Vogliamo riprenderci tutti quello che è possibile e che avevamo sospeso poco tempo fa. Vogliamo riprendere a portare quel messaggio anche fuori, nelle strade nei quartieri: lo sport come mezzo per educare alla vita”.

Alessandro Rossi – Presidente Regionale CSI Umbria e Responsabile progettazione CSI di Perugia: “A Bordocampo è un progetto che nasce da lontano, è un bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che abbiamo intercettato prima della pandemia. Ci ha subito interessato perché ci permetteva di poter intercettare gli sport cosidetti minori ma che i giovani conoscono bene. Il Villaggio dello Sport arriva dall’attenzione del Comitato a sperimentare attività nuove. Vogliamo che il nostro Comitato sia un comitato attivo, attendo ai giovani. Arriviamo da un’estate ricchissima con 7 Centri Estivi che hanno visto quasi 500 bambini a settimana con 130 animatori coinvolti. Abbiamo rilanciato anche i nostri progetti con le scuole con la speranza che non ci siano nuovi stop”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*