Canottaggio, Tokyo 2020, medaglia di bronzo per il quattro senza azzurro

Canottaggio, Tokyo 2020, medaglia di bronzo per il quattro senza azzurro

Canottaggio, Tokyo 2020, medaglia di bronzo per il quattro senza azzurro

L’Italia del canottaggio ha dimostrato di essere più forte della avversità poiché con un quattro senza rimaneggiato all’ultimo momento, a causa di una positività da Covid-19, ha conquistato una strepitosa medaglia di bronzo alle spalle di Australia, oro, e Romania, argento.

Tutto si è svolto in pochissime ore: questa mattina alle sei è arrivato il risultato del test che decretava la positività di Bruno Rosetti, il numero tre della barca, e quindi il ditti Francesco Cattaneo ha deciso di sostituirlo con Marco Di Costanzo capovoga del due senza che, di lì a poco, avrebbe dovuto disputare la semifinale.

Nonostante questo cambio improvviso, la maturità dei ragazzi ha consentito a questo equipaggio di affrontare una gara difficile sia per le condizioni in cui versava il bacino olimpico del Sea Forest Waterway – sferzato da un vento che mulinava in continuazione – e sia per lo spessore degli equipaggi in gara.

LEGGI ANCHE – Tokyo 2020, Bacosi argento nello skeet, vittoria dedicata a tutti gli italiani

Nonostante questo Matteo Castaldo, Marco Di Costanzo, Matteo Lodo e Giuseppe Vicino hanno subito attaccato l’Australia e la Romania e, sul finale, mentre erano in procinto di superare la Gran Bretagna, quest’ultima ha ostacolato la formazione azzurra perdendo la direzione forse a causa del vento e causando lo sbandamento anche dell’Italia che, in questo modo, non ha potuto più terminare l’attacco alla Romania e ha chiuso la gara terza a 84 centesimi dall’oro dell’Australia e a 47 centesimi dall’argento della Romania.

Quinto posto per il quattro di coppia di Giacomo Gentili, Luca Rambaldi, Andrea Panizza e Simone Venier che, dopo essere partiti bene e in piena corsa per iniziare a condurre, sono stati vittima di un embardee che ha letteralmente frenato la barca a circa 750 metri dalla partenza.

Da quel momento per la barca azzurra è stata una rincorsa che alla fine non le ha consentito di andare oltre la quinta posizione, nella finale vinta dall’Olanda su Gran Bretagna e Australia. Un risultato falsato poiché da questa barca ci si aspettava il podio, ma che comunque dimostra come le intemperanze climatiche a volte possano sfavorire oltremodo. Bella prova, invece, quella del quattro di coppia femminile, di Valentina Iseppi, Alessandra Montesano, Veronica Lisi e Stefania Gobbi, che hanno portato la loro barca a ridosso del podio a soli 1.25 dall’Australia che ha vinto la medaglia di bronzo, mentre l’argento è andato alla Polonia, con 1.97 di vantaggio sulla barca azzurra, e l’oro alla Cina.

Prove maiuscole in semifinale dei due doppi pesi leggeri, il maschile, di Stefano Oppo e Pietro Willy Ruta, e femminile, di Valentina Rodini e Federica Cesarini che, rispettivamente, hanno raggiunto la finale dietro all’Irlanda, facendo registrare anche il terzo miglior tempo, e vincendo la propria semifinale fissando anche il record del mondo.

Finale mancata, invece, per il due senza maschile rimaneggiato, di Giovanni Abagnale e Vincenzo Abbagnale, che dopo aver lottato strenuamente contro Croazia, Serbia, Canada e Olanda ha chiuso al quinto posto, e per quello femminile, di Aisha Rocek e Kiri Tontodonati, che ha concluso al sesto posto la propria semifinale che ha visto il passaggio in finale di Nuova Zelanda, Russia e Spagna.

Nell’unica finale B in programma oggi, terzo posto – nono assoluto – per il doppio di Alessandra Patelli e Chiara Ondoli. Per quanto riguarda il programma, domani seconda giornata di finali con i doppi pesi leggeri femminile alle 9.50 (2.50 italiane) e maschile alle 10.10 (3.10 in Italia). La giornata si aprirà, però, alle 8.30 (1.30) con le Finali B del due senza maschile e femminile alle 8.40 (1.40 italiane).

La semifinale del singolo di Gennaro Di Mauro si disputerà, infine alle 11.00 (le 4.00 in Italia).

Nella foto (ph Canottaggio.org): il quattro senza azzurro sul podio olimpico con la Medaglia di Bronzo vinta

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*