Calcio, serie B, Benevento-Perugia, ecco le probabili formazioni

 
Chiama o scrivi in redazione


Calcio, Foggia-Perugia 1-0, di rigore fuori dai playoff

da Carmine D’Argenio
Calcio, serie B, Benevento-Perugia, ecco le probabili formazioni 
L’allenatore del Perugia Alessandro Nesta parla in Conferenza dell’approccio alla gara di domani con il Benevento.  “Ho sentito le parole del Presidente Santopadre. Se ha avvertito un certo rilassamento,  giusto che lo esponga in qualche modo. Ma abbiamo lavorato. L’amichevole con il Frosinone ci ha anche consentiti di provare diverse soluzioni difensive. Visto che con i campani si giocherà ancora una partita dai folti reparti offensivi. Quindi bisogna saper trasformare la difesa anche in corso d’opera, per ribattere colpo su colpo. Ed è altro lavoro che abbiam fatto, grazie anche alla valenza dell’avversario, che ci ha tenuti allenati nella sosta. Ma dal punto di vista mentale, tutto dipenderà dalla prima mezz’ora: è la classica situazione in cui se non parti forte, avvantaggi squadra e pubblico avversario. -Se picchi per primo, scoraggi l’intero ambiente, ed è più facile poi portare gli episodi dalla tua. Questo un po’ il concetto espresso. Per la formazione invece tutti disponibili. Vido, Melchiorri e Verre, i più affaticati, compresi. – Chi gioca ha guadagnato, come in battaglia, i gradi sul campo. Spero di far giocare anche tutti gli altri. Vorrà dire che avranno nel frattempo a loro volta guadagnato il posto”. Come dire, le gerarchie van rispettate, ma ‘sgomitando’ possono esser messe in discussione.  D’altronde per chi ha dimostrato, le tappe della gioventù sono state accelerate, in talun caso, anche sull’esperienza.

Il periodo sfortunato di Bucchi al Benevento riguarda anche gli esclusi del momento più o meno lungo a vario titolo infortunistico: Maggio, Nocerino, Del Pinto, Tuia, Costa, da valutare il difficile recupero poi di Antei, che ogni volta sembra prossimo al rientro, salvo poi rimandarlo. Insomma non proprio buone notizie per l’ex trainer, che recupera dalla squalifica il solo Tello. Oltre l’attaccante esterno Improta. Se si considera Bukata giocatore di affidamento per una gara da ultima spiaggia, contro un Perugia considerata dagli avversari sempre ostica.

A maggior ragione in periodo di rendimento e risultati insieme, come quello che sta vivendo ormai il Perugia. Certo la sosta può esser incognita. Ma stavolta a Pian di Massiano sembrano avviati a gestire con lo stesso dosaggio di energie positive anche queste pause. Tra l’altro ultima, per poter poi affrontare tutto d’un fiato la parte più corposa del campionato.

Probabilmente dalle parti delle ‘streghe’ si è fatto troppo affidamento a nomi di calciatori importanti che avrebbero potuto far fare la differenza.  Almeno così si sarebbe potuto sperare. Forse qualche malumore di chi doveva far da classico mediano inteso come tutto grinta e corsa, ha fatto venir meno l’apporto di dinamicità.

Ci si è accomodati troppo. Ed i nomi per il momento sono rimasti sulla carta. Quattro sconfitte nelle ultime e sette, parlano negativo in casa giallorosso. Non bisogna però dimenticare gli scatti d’orgoglio punto di forza del recente Benevento. Nel campionato in corso di B, per esempio a settembre il rotondo risultato nel sentitissimo derby con l’Avellino. E l’arrivo del Grifo sicuramente costituisce,  con il carico da novanta degli ex, altra partita avulsa.

Probabili formazioni
Benevento (4-3-3): Puggioni; Gyamfi, Volta, Billong, Di Chiara; Ricci, Viola, Bandinelli; Bonaiuto, Coda, Insigne.
Perugia (4-3-1-2): Gabriel; Mazzocchi, Gyomber, Cremonesi, Falasco, Moscati, Bianco, Verre, Dragomir, Mustacchio, Melchiorri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*