Calcio, serie B, il Perugia affonda i lagurari 2-3

 
Chiama o scrivi in redazione


Calcio, serie B, il Perugia si prepara a scendere in Campania

da Carmine D’Argenio
Calcio, serie B, il Perugia affonda i lagurari 2-3
Nel posticipo delle 19 della 26′ Giornata di B al Penzo, sono sei i punti che distanziano Venezia e Perugia. Unica novità vera per Nesta, che può contare sugli importanti ritorni di Verre e Dragomir, l’ultimo arrivato Carraro. Sostanziale, perché scalza in un sol colpo Bordin, Kouan e capitan Bianco. La fascia passa a Melchiorri, che ha al suo fianco un più intraprendente Sadiq. Dopo i primi dieci minuti di sofferenza, all’11’ cost to cost di Sadiq, 40 metri palla al piede, all’altezza del vertice mancino fa partire un destro che vale il primo goal biancorosso per lui. Con una staffilata perfetta, primo calcio alle difficoltà della trasferta lagunare. L’iniezione di fiducia culmina nel rigore parato da Gabriel al 18′ a Bocalon. Sull’imbucata centrale, Vrioni viene ‘cancellato’ dallo stesso Gabriel.

L’errore dagli undici metri, rinvia il momentaneo pareggio veneto. Dove non ci sono arrivati in prima battuta Bocalon, ne’ in ribattuta Vrioni stesso, ci giunge al 39′ Segre: la mette di testa su invito di Zampano. Ma il Grifo non ci sta. Fa trascorrere un minuto ed al 40′ esatto, ripassa. Sulla blanda difesa, Verre, non si fa pregare ed approfitta per mettere alle spalle di Vicario. Bastano poi 4 minuti, che stavolta è Melchiorri a siglare di testa. Al 44′ Venezia 1 Perugia 3. Sul finale del secondo tempo al 36′ Di Mariano scavalca Felicioli ed accorcia. Ciò non impedisce la terza vittoria in trasferta dopo Ascoli e Carpi. E lagunari affondati a 9 punti di distanza.

Nesta: “Quando ci perdiamo è perché siamo molto giovani. Dopo lo schiaffo abbiamo subito ripreso a giocare ed abbiamo fatto subito bene. Con giocatori recuperati ed un campo buono dove la palla va, siamo recuperati. Il Venezia sulla nostra sinistra con Zampano che è sceso molto, ci ha messo in difficoltà. Siam partiti timidi perché loro hanno dato lo sprint iniziale. Ma poi con la palla a terra abbiamo trovato i giusti spazi, con ottima lettura. Verre in b fa la differenza e Sadiq ha fatto fatica per la sua mole fisica ad entrare in forma ma può essere importante. Punire giocatori che sono recuperabili è controproducente.

Carraro ha fatto Buon esordio. Ci ha dato fisicità. Valido nel gioco aereo. Vittoria di squadra. Dei ragazzi che a volte vanno anche coccolati, come intendevo dire in conferenza pre gara. Ora bisogna tornare alla vittoria anche al Curi. Se lo aspetta la gente. Ed è giusto che se lo aspetti. Alla terza gara in una settimana dovremo studiare le condizioni fisiche”.

Sadiq: “Non potevo guardare sempre al rigore sbagliato. Per crescere devo guardare avanti. Nesta mi ha dato fiducia e mi ha aiutato a passare il momento difficile. Sono contento dei sacrifici che sto facendo. Il mio goal ci ha aiutato facendoci svegliare. Bisogna giocare sempre per gli interi novanta, perché sennò rischi sempre. Ho cominciato a giocare da giovane qui in Italia ed a Perugia mi sento a casa”.

Il tabellino del match

VENEZIA (4-3-1-2): Vicario; Zampano, Modolo, Fornasier, Mazan; Segre, Schiavone, Pinato (9′ st Citro); Zennaro (9′ st Di Mariano); Bocalon, Vrioni (28′ st St Clair). A disposizione: Lezzerini, Facchin, Coppolaro, Cernuto, Suciu, Bentivoglio, Besea, St Clair, Citro, Di Mariano, Lombardi, Rossi. Allenatore: Zenga

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Mazzocchi (44′ st Rosi), Gyomber, Sgarbi, Felicioli; Falzerano, Carraro, Dragomir; Verre; Sadiq, Melchiorri (33′ st Bianco). A disposizione: Bizzarri, Bianco, Bordin, Rosi, Kouan, Moscati, Ranocchia, Han, Vido. Allenatore: Nesta

Reti: 12′ pt Sadiq, 40′ pt Verre, 44′ pt Melchiorri (P); 38′ pt Segre, 35′ st Di Mariano (V).
Ammonizioni: Gabriel, Dragomir (P); Modolo, Fornasier, Zampano (V).
Espulsioni:
Recupero: 1′ pt, 4′ st.
Stadio: Penzo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*