Calcio, un colpo di Bianchetti e Henderson cancellano il Perugia

 
Chiama o scrivi in redazione


Il Perugia battuto a Cremona, ma stavolta cade con onore

Calcio, un colpo di Bianchetti e Henderson cancellano il Perugia

(Carmine D’Argenio) Davanti a Gabriel, si rivede Sgarbi in luogo di Cremonesi far coppia con Gyomber, a destra confermatissimo Rosi che sta ormai definitivamente mettendo tutti i muniti nelle gambe, a sinistra ritorna il piede invertito Mazzocchi elogiato da Nesta. Carraro a far da centrale dinanzi la difesa. Falzerano a destra a far supporto al rientro di un Kingsley avanzato rispetto al solito. Imprescindibile Verre, affiancato a sinistra da Dragomir.

Melchiorri di punta. Il Verona inizia alla ricerca costante della profondità, con il grande ex Di Carmine a posizionarsi al di la dei difensori avversari. Il Perugia patisce la pressione alta e fa fatica ad uscire. Gli stessi primi dieci minuti dei 90 complessivamente vincenti del 3 a 1 contro la Salernitana. Ma il Verona sembra maggiormente organizzato al gioco. Ed al 15′ Faraoni sembra non poter impensierire, ma Gabriel non si fida e va in corner. Il possesso palla scaligero porta ad altro calcio dalla bandierina. I break dei biancorossi risultano corti. Liet motiv di tutto il tempo.

Si riprende con la fluidità al cross scaligera, con Laribi attivissimo. E la difficoltà dalla trequarti in su’ locale, nel prendere le giuste misure. All’8′ Bianchetti, quando i calci d’angolo passano ad 8 a 2 in favore ospite, ha la meglio su tutti per quello che risulterà esser il goal che indirizzerà la partita. Farà il palio infatti la seconda marcatura di Henderson al 60′. Troppo tarda la segnatura (decima stagionale) di Verre al 40′. Grosso: “Partita strepitosa contro un avversario che ha gioco e qualità. Alla difficoltà numerica il gruppo ha risposto presente. Già da sabato dovremo riproporci così. I ricordi che mi accomunano a Perugia resteranno indelebili, ma quando vengo qui ormai sono con altri colori. E sono contento di averne vinto quattro su quattro”. Nesta: “Loro giravano palla più veloce di tutte le altre squadre venute qui.

Noi non brillanti, tranne che nel finale. Ma troppo tardi. Domani analizziamo la gara, quando ci palleggiano con la loro qualità, dobbiamo migliorare nell’uscire. Piuttosto che i tempi sbagliati, meglio temporeggiare. Se perdi intensità ci sono troppi spazi, dove ti si possono andar ad infilare. Per il salto di qualità qualcosa ci manca. Abbiamo regalato troppi calcio d’angolo. 15 oggi. Così prima o poi ti segnano da li”.

TABELLINO

PERUGIA-VERONA 1-2

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi (70′ Falasco), Sgarbi, Gyomber, Mazzocchi; Falzerano, Carraro, Dragomir; Verre; Kingsley (67′ Han), Melchiorri (83′ Vido). A disposizione: Bizzarri, Perilli, Felicioli, El
Yamiq, Bianco, Ranocchia, Kouan, Moscati, Bordin. Allenatore: Nesta

HELLAS VERONA (4-3-3): Silvestri; Faraoni, Bianchetti, Empereur, Balkovec; Dawidowicz, Gustafson, Henderson (93′ Tupta); Lee, Di Carmine (78′ Pazzini), Laribi (68′ Danzi). A disposizione: Berardi, Ferrari, Almici, Colombatto, Traorè, Pazzini. Allenatore: Grosso

Arbitro: Di Martino della sezione di Teramo

Reti: 54′ Bianchetti, 60′ Henderson, 86′ Verre

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*