Welfare, la SII supporta il centro estivo al Parco Le Grazie

Welfare, la SII supporta il centro estivo al Parco Le Grazie

Welfare, la SII supporta il centro estivo al Parco Le Grazie

Il presidente Carlo Orsini, l’amministratrice delegata Tiziana Buonfiglio ed il responsabile relazioni istituzionali Franco Santarelli della SII di Terni si sono recati in visita ai bambini ed ai ragazzi del centro estivo organizzato al Parco Le Grazie dall’Associazione Italiana Genitori, direzione provinciale di Terni. La SII ha deciso di supportare il centro che si è svolto durante l’estate e sta valutando una collaborazione volta al welfare ed alle politiche sociali che continuerà nel tempo.

I bambini hanno mostrato e raccontato le attività ed i lavori svolti nell’ambito del progetto “Acqua a Colori”, ideato per loro dagli educatori con l’obiettivo di far conoscere meglio le proprietà e le caratteristiche dell’acqua, come risorsa indispensabile per il pianeta. Sono state condotte semplici esperienze partendo da materiali di uso comune con basso impatto ambientale per dimostrare quali sono le proprietà dell’acqua. Oltre che per l’acquisizione dei contenuti specifici si è cercato di caratterizzare le esperienze in modo da introdurre i bambini ad un approccio scientifico di tipo deduttivo e di osservazione sperimentale. Il progetto ha previsto anche la visita alla Cascata delle Marmore a dimostrazione dell’importanza che l’acqua ha per il territorio dal punto di vista turistico, energetico, economico e sociale. A conclusione del progetto è stata messa in evidenza la necessità di un uso responsabile dell’acqua, partendo anche dalla vita quotidiana, al fine di evitare qualsiasi forma di spreco.

Il campo estivo è una delle molteplici attività che l’Associazione Italiana Genitori sta portando avanti nel territorio per il benessere dei ragazzi e delle famiglie. Nato nel 2019, è un progetto fortemente voluto dai giovani dell’Associazione. Il campo è aperto a tutti i bambini dai 5 agli 11 anni ed ha la caratteristica di essere a titolo gratuito. La scelta è dovuta principalmente alla condizione socio – economica particolarmente critica presente nel territorio ternano che ha portato l’associazione a voler aiutare le famiglie a vivere un momento di serenità.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*