Un anno al servizio della disabilità, salute mentale, anziani e bambini


Scrivi in redazione

Un anno al servizio della disabilità, salute mentale, anziani e bambini

Un anno al servizio della disabilità, salute mentale, anziani e bambini

Il saluto di Legacoop Umbria ai propri giovani per ringraziarli di quest’anno trascorso insieme

Una valigia sul palco, l’unico oggetto portato da Rinor e i suoi genitori dalla Moldavia quando aveva 3 anni, una storia di immigrazione a lieto fine che fa sorridere anche per il suo spiccato accento umbro. Così si è aperto l’evento “GENERARE FUTURO: i giovani e il Servizio Civile in Legacoop” che si è svolto al Postmodernissimo di Perugia (14 fabbraio 2020) per celebrare la conclusione dei 30 progetti di Servizio Civile, realizzati da 12 Cooperative Sociali di Legacoop Umbria a cui hanno partecipato 160 ragazzi di età compresa tra i 18 e 29 anni.

La valigia è stata lasciata lì anche durante le testimonianze dei ragazzi che hanno appena concluso questo viaggio a rappresentare simbolicamente il bagaglio di nuove consapevolezze. Per ogni progetto una piccola presentazione dell’anno intenso trascorso e la proiezione dei video realizzati da loro dove non sono mancati momenti di commozione nel ricordare i bei momenti trascorsi.

“Hanno vissuto a stretto contatto con la disabilità – afferma Andrea Radicchi Responsabile Servizio civile Legacoop Umbria- con la salute mentale, gli anziani, i minori. Un primo approccio nel mondo del lavoro . Per noi è sempre emozionante e giusto dare risalto all’esperienza di Servizio Civile nelle nostre cooperative, consapevoli che oggi si chiude un ciclo che porterà comunque tanti di loro a fare di quest’esperienza la loro occupazione. A breve comunque altri 150 ragazzi inizieranno lo stesso percorso, e quest’iniziativa fa da trait d’union per chi finisce e per chi inizia questa nuova avventura”.

Si è entrati nel vivo della giornata grazie al contributo di Michele Marmo – Presidente AssociAnimazione, Jacopo Teodori – Rappresentante Coop Centro Italia e Gabriele Biccini – Rappresentante Cooperativa sociale Asad i quali hanno stimolato i ragazzi nel vivere con fiducia e da protagonisti il proprio tempo per contribuire così a realizzare una società più equa e più giusta.

Poi il contributo di Sabrina Mancini responsabile nazionale del Servizio Civile in Legacoop che ha messo in luce l’importanza del Servizio Civile per la crescita personale e professionale dei giovani. Ha proseguito sulla stessa linea Gabriele Goretti – Formatore Servizio Civile evidenziando quale obiettivo principale di questa esperienza il creare nei giovani un senso civico e di appartenenza consapevole alla comunità in cui si vive.

I lavori si sono conclusi con la consegna, da parte di Dino RICCI – Presidente Legacoop Umbria, degli attestati di partecipazione. Nel suo saluto Ricci ha sottolineato l’importanza di un ruolo attivo dei giovani “senza la vostra energia, senza il valore che le nuove generazioni sono in grado di portare difficilmente si possono creare nuove risposte alle sfide del proprio tempo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*