Sanzioni? Salvini, guerra è come un secondo Covid, bisogna aiutare gli italiani

Matteo Salvini, 'tutti hanno cambiato giudizio su Putin dopo la guerra' 

Sanzioni? Salvini, guerra è come un secondo Covid, bisogna aiutare gli italiani

Sanzioni? Salvini, guerra è come un secondo Covid, bisogna aiutare gli italiani

Sanzioni?  – “Il giudizio su Putin prima e dopo la guerra è cambiato da parte di tutti. Prima tutti facevano accordi commerciali, da Letta a Renzi a Prodi a Berlusconi. E’ chiaro che se nel 2022 scatena una guerra, passa dalla parte del torto”. A ribadirlo è il leader della Lega Matteo Salvini, ospite stamane di ‘Radio Anch’io’. Sollecitato sul tema delle sanzioni, Salvini aggiunge: “Le abbiamo sempre votate”.

Siamo al settimo mese di guerra

Ma ora, sottolinea, “siamo al settimo mese di guerra, io ho solo fatto la domanda: le sanzioni stanno mettendo in ginocchio la Russia? Vedete le bollette? Non vorrei che a pagare le sanzioni fossero i lavoratori italiani”.

Se andrà al governo, sulle sanzioni “continueremo a fare ciò che abbiamo già fatto ma proteggeremo i lavoratori italiani. Come durante il Covid. E’ un secondo Covid, non in ospedale ma in fabbrica e bisogna proteggere gli italiani”.
(Flo/Adnkronos)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*