Perugia, il Comune aderisce al progetto “Baby newsletter”

Perugia, il Comune aderisce al progetto "Baby newsletter"

Perugia, il Comune aderisce al progetto “Baby newsletter”

L’Amministrazione comunale di Perugia ha deciso alcuni mesi fa di aderire al progetto denominato “Baby newsletter” proposto dall’associazione culturale pediatri Umbria, rappresentata dalla presidente dott.ssa Carla Berardi.

Questo è il primo dei progetti che Sindaco e Vice Sindaco metteranno in campo per fornire alle famiglie perugine tutti gli strumenti, validati scientificamente, atti a produrre le migliori competenze genitoriali.

Il progetto, nel dettaglio, prevede l’invio a casa delle famiglie dei nuovi nati, residenti nel territorio di Perugia, di otto lettere informative a cadenza periodica con contenuti specifici in riferimento all’età del bambino, fino al compimento del dodicesimo mese di vita.

Nelle missive sono contenute informazioni utili che il pediatra fornisce alla famiglia sulle fasi di sviluppo e crescita del bambino e sui benefici di pratiche, comportamenti e stili di vita sani; forniscono inoltre indicazioni su come promuovere al meglio il potenziale di crescita del bambino.

LEGGI ANCHE – Comune di Perugia presente alla commemorazione della strage di Bologna

L’obiettivo del progetto, realizzato in collaborazione e con il patrocinio di Asl, è di promuovere la salute dei bambini aiutando i genitori nelle varie fasi dello sviluppo del proprio bambino per crescerlo nel migliore dei modi e per affrontare eventuali difficoltà di accudimento.

Ogni lettera intende fornire un aiuto ai genitori relativamente alla crescita del bambino, descrivendone le abilità in relazione alle varie fasi di sviluppo e fornendo le opportune indicazioni su cosa fare nelle specifiche età, a supporto delle indicazioni che riceveranno dal pediatra.

Vi sono consigli utili, a titolo esemplificativo, sull’allattamento, sulla “nanna sicura”, sull’alimentazione e sulle procedure di sicurezza da seguire per proteggere il bambino nei vari luoghi in cui si sviluppa la sua esistenza, ma vengono fornite anche le informazioni utili ed i numeri cui rivolgersi in caso di necessità e per accedere ai servizi di sostegno presenti sul territorio. Un piccolo “vademecum”, in sostanza, per supportare i genitori.

La prima lettera verrà inviata il 3 agosto.

“Abbiamo accolto subito con grande favore questo progetto dell’associazione culturale pediatri dell’Umbria – spiega il vice sindaco Gianluca Tuteri – perché riteniamo sia fondamentale supportare e sostenere i genitori soprattutto nel primo anno di vita del bambino. Si tratta del periodo in cui si è chiamati ad effettuare scelte decisive per la salute e la crescita dei propri figli, scelte che possono fare la differenza per il loro sviluppo. E’ per questo che i genitori non possono essere lasciati soli in questo difficile percorso; da qui l’idea di inviare direttamente nelle case dei nuovi nati delle lettere con cadenza periodica che forniscono suggerimenti e consigli ai genitori su come affrontare le sfide legate al primo anno di vita del bambino nonché tutte le informazioni utili per accedere ai servizi territoriali. Una guida pratica che non sostituisce, ovviamente, ma va ad aggiungersi al fondamentale ruolo che i pediatri esercitano a sostegno dei nuovi nati e delle loro famiglie”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*