Padre Francesco Occhetta sono grato ai “miei” giornalisti dell’Ucsi

 
Chiama o scrivi in redazione


Padre Francesco Occhetta sono grato ai “miei” giornalisti dell’Ucsi

Padre Francesco Occhetta sono grato ai “miei” giornalisti dell’Ucsi

di Mimmo Piano
Dal commento di Padre Francesco Occhetta. “Con i “miei” giornalisti dell’Ucsi a cui sono grato per avermi aiutato a crescere in questi anni non solo professionalmente ma anche umanamente e spiritualmente. Prima di me, l’Unione ha avuto come consulenti i padri Borgomeo e Sorge, il card Tucci è stato vicepresidente nazionale, p. Messineo li ha aiutati a nascere, p Rulli è stato per molti anni consulente del Lazio e così via. Insomma ancora oggi c’è un legame inscindibile tra gli scrittori della Civiltà Cattolica e i giornalisti dell’Ucsi.

Erano presenti anche alcuni past president che ci hanno ricordato il nostro cammino, da Paolo Scandaletti a Massimo Milone fino ad arrivare ad Andrea Melodia.

Attualmente è presidente Vania De Luca di RaiNews24 che, dando il meglio di se all’udienza, ci ha saputo rappresentare tutti.

Ai giornalisti e comunicatori che vogliono camminare con noi: noi ci siamo!!! Dal Papa abbiamo ricevuto un grande compito, ci ha detto:“Associazioni come la vostra, per continuare a portare frutto, devono saper riconoscere con umiltà e potare i “rami secchi “ che si sono seccati proprio perché con il tempo hanno perso il contatto con le radici. Oggi voi operate in un contesto storico e culturale radicalmente diverso da quello in cui siete nati. E nel frattempo si sono sviluppate anche modalità di gestione associativa più snelle e piu centrale sulla missione: vi incoraggio a percorrerle senza timore e a riformarvi dall’interno per offrire una migliore testimonianza#Papafrancesco#Vaticano#

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*