Giovane donna muore e i suoi reni sono stati donati, salveranno altre vite

 
Chiama o scrivi in redazione


Ripresa a rilento della sanità pubblica, a Foligno forte preoccupazione

Giovane donna muore e i suoi reni sono stati donati, salveranno altre vite

È stato eseguito nella notte, all’ospedale “San Giovanni Battista” di Foligno, un prelievo d’organo su una giovane donna deceduta a causa di una grave emorragia cerebrale. Le operazioni sono iniziate nel tardo pomeriggio con le procedure di accertamento di morte encefalica, di verifica dell’idoneità all’espianto e della non opposizione alla donazione da parte dei familiari.

Diversi gli staff sanitari del presidio ospedaliero “San Giovanni Battista” impegnati, medici, infermieri e operatori sanitari. Nella notte è stato effettuato l’intervento di espianto dei reni che verranno trapiantati a due pazienti presso il polo ospedaliero regionale di Ancona, centro di riferimento della regione Marche.

La direttrice del presidio ospedaliero di Foligno dr.ssa Rita Valecchi e il personale della Terapia Intensiva, oltre alle più sentite condoglianze, rivolgono ai familiari della giovane paziente deceduta un particolare ringraziamento per aver dimostrato, pur in una situazione di estremo dolore, grande sensibilità nei confronti del tema della donazione d’organo. Un atto di grande generosità che servirà a salvare altre vite umane.

La direzione strategica dell’Azienda Usl Umbria 2 ringrazia inoltre tutto il personale sanitario intervenuto nella procedura (direzione di Presidio, struttura complessa di Anestesia e Rianimazione, blocco operatorio, Anatomia Patologica, Laboratorio Analisi, Diagnostica per Immagini, servizio Immunotrasfusionale, Chirurgia Generale, Oculistica e Dermatologia) per l’importante lavoro di rete professionale dimostrato anche in questa occasione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*