Giornata Nazionale del Sollievo, il Santa Maria e le cure palliative

Giornata Nazionale del Sollievo, il Santa Maria e le cure palliative

Giornata Nazionale del Sollievo, il Santa Maria e le cure palliative

In occasione della Giornata Nazionale del Sollievo, in programma domenica 29 maggio, l’Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni rilancia le diverse iniziative messe in campo in questo settore con l’obiettivo di promuovere le cure palliative e la lotta al dolore. Diversi i reparti coinvolti che, in questa giornata, valorizzeranno un percorso di sensibilità portato avanti durante tutto l’anno.

La Struttura Complessa di Anestesia e Rianimazione diretta dalla dottoressa Rita Commissari, gestisce diversi servizi e prestazioni come partoanalgesia, ambulatorio di terapia del dolore, consulenze antalgiche, controllo del dolore post operatorio attraverso protocolli condivisi.

Nel Dipartimento di Medicina, diretto dal professor Gaetano Vaudo, il personale medico e infermieristico consente l’accesso dei familiari, rispettando le volontà spirituali del paziente accompagnando e sostenendo entrambi in ogni momento del difficile percorso.

Sul fronte della formazione, il dottor Ubaldo Pennesi, nell’ambito delle attività del Centro di formazione, dal 2018 organizza il ‘Corso per operatori della speranza’. Appuntamento che anche quest’anno è inserito nel Piano di formazione aziendale, programmato per settembre-ottobre 2022. Il corso, strutturato in 22 ore, è organizzato in incontri settimanali ed è finalizzato alla umanizzazione delle cure e al miglioramento dell’approccio relazionale con pazienti cronici.

Inoltre, il reparto di Oncologia Medica diretto dal dottor Sergio Bracarda, ripristina l’attività in presenza di ‘Simoultaneous Care’, il progetto di presa in carico precoce di pazienti complessi in una prospettiva di collaborazione con le reti di assistenza domiciliare e Hospice. Inoltre, è sempre attivo l’ambulatorio di “Counseling Psicologico”, gestito insieme ai colleghi della Psicologia ospedaliera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*