Perugia in estrema emergenza” Cosmi convoca anche… Di Caprio

Perugia in estrema emergenza" Cosmi convoca anche... Di Caprio

di Elio Clero Bertoldi

PERUGIA – Anche Melchiorri ha dato forfait. Salgono così a quattro gli infortunati (gli altri sono Rodin, Fernandes e Di Chiara), oltre ai tre squalificati (Iemmello, Gyombér, Rosi). “Estrema emergenza”, l’ha definita Serse Cosmi, costretto a convocare anche due ragazzi della Primavera (il difensore Righetti e l’attaccante Liljedhal, svedese, ribattezzato nello spogliatoio “Di Caprio” per la somiglianza con l’attore). Angella, Kouan e lo stesso Nicolussi Caviglia figurano tra i convocati, ma molto probabilmente, non essendo ancora al top per gli infortuni dai quali sono usciti, resteranno in panca.

L’idea del tecnico pare quella di riproporre il 3-5-2 spostando al centro della difesa Carraro e sostituendo quest’ultimo in mediana con Konate (“É un ragazzo che mi piace. Deve migliorare in alcune cose, ma non in tantissime. Può ritagliarsi un ruolo di protagonista”). Se invece dovesse schierarsi con il 4-4-2 Mazzocchi e Nzitan giocherebbero esterni, Carraro e Konate in mediana con ai loro lati Falzerano e Dragomir. In avanti, insieme a Falcinelli toccherà a Capone o Buonaiuto.

Il nostro campionato comincia a Verona, dove tra l’altro non ho mai vinto – ricorda Cosmi – né con il Chievo, né con l’Hellas… Guai a pensare che non abbiamo niente da perdere. Se andiamo in Veneto pensando che il nostro girone di ritorno parta col Livorno commetteremmo un errore imperdonabile. Questa é la prima delle 19 giornate che dobbiamo affrontare e ci sono tre punti in palio… Se dovessi avvertire il sentore che qualche giocatore culla un’idea del genere i ragazzi inizierebbero a conoscermi prima di quanto possano pensare.

Sull’avversario il pensiero del tecnico risulta lapidario: “Presenta una classifica al di sotto di quelle che sono le sue potenzialità. D’altro canto ci sono altre squadre che avrebbero potuto o dovuto fare di più. É un campionato equilibrato

Esordio a Napoli in Coppa, esordio a Verona in campionato…

É poi ci sarà l’esordio al Curi con il Livorno… Questo é quello più importante sotto l’aspetto pratico. É la praticità, per come la penso io, l’aspetto fondamentale. Affrontiamo questa trasferta che sarebbe stata comunque insidiosa. Si tratta di un test attendibile. Da questa partita siamo chiamati a tirar fuori qualcosa“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*