Unità di degenza infermieristica preso a modello assistenziale dalla ASL di Torino

 
Chiama o scrivi in redazione


Unità di degenza infermieristica preso a modello assistenziale dalla ASL di Torino

Unità di degenza infermieristica preso a modello assistenziale dalla ASL di Torino 

L’Unità di degenza infermieristica dell’Azienda ospedaliera di Perugia, individuata come modello di riferimento dalla ASL Città di Torino. Una delegazione di professionisti ha visitato la struttura per conoscere e approfondire i criteri assistenziali svolti dall’ UDÌ, che si occupa dei dei pazienti nella fase post-acuta della malattia, trasferiti dalle strutture specialistiche dopo la fase diagnostica.

È stato illustrato agli ospiti  come l’obbiettivo prioritario del reparto è quello di favorire il recupero dell’autonomia della persona, in un’ottica di dimissioni al domicilio o all’avviamento in una struttura sanitaria residenziale protetta, attuandosi così una ottimizzazione dei posti letto nelle degenze di medicina e perseguire l’appropriatezza del ricovero.

La delegazione torinese era composta dal direttore del Dipartimento Chirurgico, Sergio Livigni, dal direttore del Dipartimento Medico, Franco Aprà, dalla dirigente dell’area infermieristica, Daniela Ballardini, e dai responsabili infermieristici Dario Faggiano e Antonella Dragonetti, provenienti tutti dal presidio ospedaliero San Giovanni Bosco della ASL Città di Torino. L’incontro con i rappresentanti della più grande azienda sanitaria del Piemonte, che conta 5950 dipendenti si è svolto presso l’aula Montalcini del CREO dell’Azienda ospedaliera di Perugia, presenti il responsabile infermieristico dell’UDI, Daniele Torroni, e Moira Berti, responsabile infermieristica della continuità delle cure.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*