Scongiurare lockdown da covid e chiusura scuola, lo ha detto Ricciardi

'Valutiamo quali attività non primarie possono essere limitate'

 
Chiama o scrivi in redazione


Scongiurare lockdown da covid e chiusura scuola, lo ha detto Ricciardi

Scongiurare lockdown da covid e chiusura scuola, lo ha detto Ricciardi

“La chiusura della scuola è assolutamente da scongiurare così come è assolutamente da scongiurare un lockdown generale. In questo momento non c’è nessuna ipotesi di chiusura di esercizi commerciali o attività, (Frm/Adnkronos Salute) si sta solo pensando a quali sono le possibili attività che prevedono assembramenti ingiustificati che riguardino attività non primarie che possono essere in qualche modo limitate”. Lo ha sottolineato Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute per l’emergenza Covid-19 e ordinario di Igiene generale e applicata alla Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica di Roma, ospite di Sky Tg24.

Mentre a dire che con il Covid-1′ si può convivere è il viceministro per la salute, Sileri. “Col virus si può convivere. A febbraio e marzo si pensava che non si poteva uscire dall’ emergenza”. Lo ha detto il viceministro per la Salute, Pierpaolo Sileri, in video conferenza ai lavori de ‘ La Sicilia post Covid-19′ che si volgono al teatri Bellini di Catania promosso da The European house Ambrosetti col Cefpas e in collaborazione con la Regione Siciliana. “Organizzare la sanità – ha aggiunto – significa guardare al futuro con gli investimenti. Dobbiamo guardare al futuro investendo sulla rete ospedaliera e nella tecnologia.

L’ Italia ha una industria sanitaria importantissima che è un modello per il mondo. Noi, per esempio, abbiamo le migliori cure oncologiche possibili. Il sistema, seppure perimetrato, della sanità è stato messo in condizione di rispondere in maniera forte grazie alla flessibilità. E’ una questione culturale – ha sottolineato Sileri – che prevede una rete di collaborazioni. In Italia spesso si inventa quello che sarà il futuro. Ma per aver questi risultati bisogna investire anche in formazione”./Agenzia nazionale stampa associata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*