Salute, ‘corrono virus intestinali, mamme e papà più colpiti’ 

All'altro capo del telefono: 40-55enni alle prese con mal di pancia

Salute, 'corrono virus intestinali, mamme e papà più colpiti' 

Salute, ‘corrono virus intestinali, mamme e papà più colpiti’

Salute – Il passaparola corre nelle chat scolastiche: “Sapete se in giro circolano gastroenteriti?”, è l’immancabile domanda in questi giorni. E la risposta è una pioggia di sì. Così anche gli ambulatori hanno cominciato a ricevere un numero crescente di telefonate. All’altro capo del telefono: 40-55enni alle prese con mal di pancia, vomito e dissenteria. Una ‘questione di famiglia’, secondo i medici di medicina generale che stanno vedendo crescere gli assistiti alle prese con queste sindromi gastrointestinali.

“Io sono un medico di Milano città, ho 1.700 pazienti essendo un massimalista, e ho riscontrato effettivamente un aumento di queste forme di gastroenteriti virali tra i miei assistiti proprio negli ultimi 20 giorni”, conferma all’Adnkronos Salute Michele Montechiari, medico di famiglia del capoluogo Lombardo, zona Piazza Udine. Sono ‘microepidemie domestiche’. “Sono soprattutto dovute – spiega il camice bianco – a casi familiari: pazienti molto piccoli che arrivano a casa e infettano un po’ altri componenti della famiglia. Madre e padre”.

Le fasce d’età più colpite sono diretta conseguenza di questa dinamica: “In questi giorni i pazienti più frequenti con queste forme sono persone che hanno tra i 40 e i 50-55 anni, vedere anziani colpiti è molto più raro. Sono forme virali – evidenzia Montechiari – quindi si autolimitano. Basta una terapia di supporto e non servono né antibiotici, trattandosi di virus, o altro. Però sono in aumento, almeno per quello che ho potuto riscontrare dal mio osservatorio. L’incremento il medico ha cominciato a osservarlo dopo il 6 gennaio, quindi al rientro delle famiglie in scuole e luoghi di lavoro, dopo l’Epifania. Con i componenti più piccoli del nucleo familiare che il più delle volte si trovano al principio della catena di contagi fra le mura di casa”.

(Lus/Adnkronos Salute)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*