Fondamentale proteggere pazienti diabetici con vaccini anti-Zoster

Serve promuovere cultura vaccinazione affinché prevenzione diventi pratica clinica

Fondamentale proteggere pazienti diabetici con vaccini anti-Zoster

Fondamentale proteggere pazienti – “Le persone affette da diabete, rispetto alla popolazione generale, corrono un maggior rischio di complicanze se contraggono malattie infettive. Per questa ragione, indipendentemente dalla loro età, rientrano tra le persone per cui sono raccomandati i vaccini contro diverse malattie, tra cui l’Herpes Zoster“. Così Agostino Consoli, presidente della Società italiana diabetologia, all’Adnkronos Salute a margine del 29° Congresso nazionale Sid che si è appena concluso a Rimini.

In un documento congiunto siglato con l’Associazione medici diabetologi (Amd) – spiega Consoli – ribadiamo il concetto che la persona con diabete, sotto il profilo delle infezioni, è un paziente fragile. Non solo ha un rischio aumentato di contrarre infezioni, ma il decorso dell’infezione che contrae è più grave. Di conseguenza, ricordiamo l’importanza delle vaccinazioni per i malati di diabete di tipo 1 e 2 in particolare contro influenza, pneumococco, morbillo-parotite-rosolia, meningococco e Herpes Zoster, vista la recente disponibilità di un nuovo vaccino contro questo virus”.

Il diabete, evidenziano gli specialisti, rappresenta un importante fattore di rischio per lo sviluppo sia di Herpes Zoster che della sua complicanza, la nevralgia post-erpetica. “Questi pazienti sono maggiormente esposti al virus – sottolinea Consoli – e più a rischio di avere conseguenze negative legate all’infezione, tra cui una neuropatia dolorosa persistente che può protrarsi anche mesi. Fondamentale proteggerli con la vaccinazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*