Coronavirus, somministrate 2477 dosi di vaccino a over 80, info utili

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, somministrate 2477 dosi di vaccino a over 80

Coronavirus, somministrate 2477 dosi di vaccino a over 80, info utili

Con 2.477 somministrazioni di vaccino anti-Covid ai pazienti che hanno già compiuto 80 anni, l’Umbria si pone tra le migliori regioni a livello nazionale, dopo soli due giorni dall’avvio della campagna vaccinale. Alle ore 17 del 16 febbraio, coloro che hanno già ricevuto la prima dose di vaccino sono circa il 36 per cento dei 6.740 prenotati. A livello nazionale, in numeri assoluti, l’Umbria è preceduta solo dal Lazio con oltre 38mila vaccinazioni, dalla Campania, dall’Alto Adige, dal Veneto, dal Trentino e dalla Lombardia.

© Protetto da Copyright DMCA

Il dato, pubblicato sul Report vaccini anti Covid-19 della Presidenza del Consiglio dei Ministri, viene accolto con soddisfazione dall’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto: “La nostra organizzazione sta funzionando – ha detto l’assessore – non abbiamo avuto disservizi nella fase di prenotazione, né sul portale né in farmacia e stiamo procedendo secondo la pianificazione che ci eravamo dati. Questi dati confermano inoltre, che non appena avremo a disposizione i vaccini richiesti a livello nazionale – speriamo al più presto – potremo vaccinare rapidamente tutti gli ultraottantenni e i soggetti delle altre categorie previste nella Fase 1”.

Dosi somministrate
Sono 2.477 le dosi di vaccino già somministrate in Umbria agli over 80.
Saranno vaccinati i professionisti
Da lunedì 22 febbraio parte la vaccinazione per dentisti, farmacisti e specialisti privati
Prenotazioni aperte a tutti gli over 80
Da giovedì 25 febbraio saranno aperte le prenotazioni per tutte le classi di età over 80
Dove prenotare
È possibile prenotare in farmacia o sul sito https://vaccinocovid.regione.umbria.it
C'è un numero verde
A disposizione il numero verde 800.192.835 per informazioni e aiuto, attivo dalle 8 alle 20
Vaccini a domicilio
Per gli anziani che non si possono spostare, c’è l’accordo con i medici di medicina genera- le: non è necessaria la prenotazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*