Coronavirus, avviata la rimodulazione dei posti letto covid

In Umbria altri sei ricoverati Covid in meno negli ospedali

Coronavirus, avviata la rimodulazione dei posti letto covid

In considerazione dell’andamento epidemico e della ridotta necessità di posti letto dedicati al Covid, con una nota del commissario per la gestione dell’emergenza in Umbria, Massimo D’Angelo, è stato disposto di riconvertire i posti letto di area medica in maniera progressiva e partendo dai due DEA di secondo livello per le necessità assistenziali delle discipline di alta specializzazione: lo rende noto l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto.


Fonte: Agenzia Umbria Notizie


Nel dettaglio si dispone a partire da lunedì 21 febbraio di riconvertire i posti letto di area medica da covid a non covid come di seguito indicato:

Azienda Ospedaliera di Perugia n.16 posti letto,

Azienda ospedaliera di Terni n. 8 posti letto.

Parallelamente si dispone di riconvertire n. 12 posti letto di RSA nella struttura “Le Grazie” di Terni da covid a non covid per le necessità di dimissioni protette.

Progressivamente saranno riconvertiti i posti letto degli altri presidi sulla base dell’andamento della pandemia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*