Continuano le stabilizzazioni del personale all’ Ospedale di Perugia

Con la stabilizzazione dei dirigenti sanitari e amministrativi si conclude un percorso avviato circa un anno fa

Continuano le stabilizzazioni del personale all’ Ospedale di Perugia

Continuano le stabilizzazioni del personale all’ Ospedale di Perugia

La Direzione dell’Azienda Ospedaliera di Perugia comunica che, dopo le stabilizzazioni del personale precario dell’area comparto per vari profili professionali avvenute nei giorni scorsi, sono state deliberate nelle sedute del 6 e 9 agosto le stabilizzazioni relative all’area dirigenziale sanitaria e non, portando a termine l’iter procedurale degli avvisi pubblici indetti a fine maggio scorso. Le stabilizzazioni dei sette dirigenti, che si concluderanno entro la fine dell’anno, riguardano nello specifico n. 4 medici, n. 1 farmacista, n. 1 biologo e n. 1 dirigente amministrativo.

Il dettaglio dei provvedimenti adottati e i riferimenti alle relative delibere sono consultabili nell’albo pretorio del sito web aziendale. Completate le stabilizzazioni, comunica la Direzione aziendale, si provvederà alle assunzioni mancanti per turn over con l’utilizzo delle graduatorie vigenti e, ove mancanti per lo specifico profilo professionale, all’indizione di concorsi pubblici sempre nel rispetto del piano di fabbisogno del personale 2021-2023 e nei limiti di spesa imposti dalla normativa nazionale e regionale, come avvenuto per il personale del comparto.

“Con la stabilizzazione dei dirigenti sanitari e amministrativi si conclude un percorso avviato circa un anno fa sul quale abbiamo investito molto – sottolinea Marcello Giannico, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia – con l’obiettivo di ridare a questa Azienda le risorse umane di cui aveva bisogno. Ricordo che il 95% del personale dipendente ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Queste ultime azioni riducono al minimo fisiologico il contingente dei precari con contratti a tempo determinato – continua – ; si tratta del minimo necessario per garantire flessibilità ad una organizzazione complessa come quella dell’Ospedale di Perugia”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*