Aneurisma aortico addominale: screening all’Ospedale di Perugia per la prevenzione e la diagnosi precoce



Aneurisma aortico addominale: screening all’Ospedale di Perugia per la prevenzione e la diagnosi precoce

L’Ospedale di Perugia aderisce all’Open Day dedicato all’aneurisma aortico addominale promosso dalla Fondazione Onda – Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere – in occasione della Giornata Mondiale del Cuore del 29 settembre. L’obiettivo è la promozione della corretta informazione su una patologia cardiovascolare che, in Italia, colpisce 84mila persone.


Fonte: Staff Direzione generale
Azienda Ospedaliera di Perugia


L’Ospedale di Perugia, aderente al network Bollini Rosa di Onda, offrirà ai cittadini la possibilità di sottoporsi ad uno screening di primo livello. Da oggi e fino al 3 ottobre, si può prenotare per un teleconsulto ed una eventuale ecografia all’aorta addominale inviando una mail all’indirizzo a chir.vascolare@ospedale.perugia.it o telefonando al numero 075/5786436. Gli interessati verranno ricontattati direttamente dal Servizio per fissare l’appuntamento in base all’organizzazione ambulatoriale già programmata.

  • Aneurisma

L’aneurisma aortico addominale consiste in una dilatazione localizzata e permanente dell’aorta addominale. Familiarità, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia e fumo costituiscono i principali fattori di rischio, oltre a genere ed età.

“L’incidenza di questa malattia nella popolazione italiana è di circa 20-50 casi ogni 100mila abitanti mentre la mortalità è di circa 6mila persone l’anno – spiega il dottor Massimo Lenti, direttore della struttura complessa di Chirurgia Vascolare – La sintomatologia precedente all’aneurisma è praticamente assente ed è qui che diventa fondamentale la prevenzione. L’indagine è semplice, basta sottoporsi ad uno screening di primo livello. In base alla diagnosi, il paziente viene sottoposto ad un controllo di secondo livello per stabilire le caratteristiche dell’aneurisma e decidere se intervenire chirurgicamente o con la procedura endovascolare. Questo tipo di intervento viene eseguito nelle sale ibride (in grado di effettuare procedure chirurgiche complesse associate a dispositivi radiologici altamente sofisticati) di cui una è presente nel nostro Ospedale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*