Stadio Santa Giuliana, i lavori dovevano terminare lo scorso anno

BORI E BISTOCCHI CHIEDONO QUANDO TORNERÀ FRUIBILE

Stadio Santa Giuliana Perugia pista spaccata e niente allenamenti

Stadio Santa Giuliana, i lavori dovevano terminare lo scorso anno

PERUGIA – Dall’inizio del mandato – dichiarano i consiglieri del PD Bori e Bistocchi – abbiamo più volte segnalato la necessità di proseguire ed ultimare i lavori allo stadio Santa Giuliana, già programmati dalla precedente amministrazione. La scorsa estate, con una conferenza stampa, la Giunta Romizi ha presentato il progetto di ristrutturazione dello storico stadio, annunciando una nuova pista in grado di ospitare meeting nazionali ed internazionali.

L’inizio dei lavori era previsto per il 16 luglio. Si tratta di un progetto da 1 milione di euro, con una riqualificazione in due trance: la prima, da 740mila euro, dedicata esclusivamente alla pista e la seconda, di importo pari a 250mila euro circa, per la riqualificazione degli altri servizi. Il milione di euro è finanziato per 500mila con fondi della Fondazione Cassa di Risparmio e per i restanti 500mila euro con oneri urbanistici connessi al progetto Decathlon. L’assessore Prisco, in questa occasione, aveva annunciato anche che il tutto sarebbe avvenuto in tempi molto brevi: entro e non oltre la fine dell’anno”.

“A settembre le associazioni sportive, le federazioni di atletica, e i singoli atleti hanno evidenziato come i lavori non fossero ancora iniziati, lamentando tra l’altro il fatto che i loro allenamenti fossero stati spostati a Bastia Umbra – continuano i firmatari – ed in questi giorni si è appresa la notizia dello slittamento della “Grifonissima“, da più di 40 anni sempre tenutasi nel mese di maggio, al 30 settembre, sempre a causa dell’impossibilità di utilizzo del Santa Giuliana, ancora soggetto ai lavori di riqualificazione. Né l’Assessore competente né il Sindaco hanno ancora comunicato alcunché in merito allo stato dei lavori e alle tempistiche di fine dell’intervento di riqualificazione della struttura.

Eppure Umbria Jazz è alle porte (13-22 luglio p.v.), e sappiamo tutti che i concerti principali si svolgono presso l’arena del Santa Giuliana, teatro privilegiato di questa fortunatissima manifestazione.

Appare evidente che per quella data è necessario non solo che i lavori siano terminati, ma anche che sia fatta chiarezza sulla modalità di utilizzo dello stadio, al fine di una corretta conservazione della struttura, specie della pista di atletica e dei nuovi impianti che si stanno realizzando”.

“Alla luce di questo ritardo non ancora motivato e nell’ennesimo silenzio di questa amministrazione – concludono Bori e Bistocchi – abbiamo presentato un’interrogazione urgente per chiedere a Sindaco e Giunta quali siano i tempi necessari per ultimare i lavori di riqualificazione dello stadio Santa Giuliana, inizialmente previsti per la fine dello scorso anno, ma ancora in corso: sarebbe auspicabile scongiurare con gli organizzatori di Umbria Jazz la stessa pessima figura già consumata con i responsabili della Grifonissima”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*