Sisma, accolte richieste di semplificazione per interventi aree sottoposte a vincolo

 
Chiama o scrivi in redazione


No ad accensione fiaccola Benedettina dice Comitato pro Basilica Identica 
Rotary Norcia

Sisma, accolte richieste di semplificazione per interventi aree sottoposte a vincolo

“Nel cratere del terremoto la ricostruzione sarà finalmente più semplice e veloce all’interno delle aree sottoposte a vincolo”. Queste le parole del Senatore della Lega, Luca Briziarelli. “Con l’Emendamento che ho presentato insieme ai colleghi della I e VIII Commissione e che è stato votato all’unanimità, abbiamo finalmente risposto alle esigenze delle comunità dell’area del cratere che erano state più volte manifestate dalle Amministrazioni comunali, dalle Regioni, dal Commissario per la ricostruzione e dai professionisti.

Grazie al testo approvato gli interventi della ricostruzione di edifici privati in tutto o in parte lesionati, crollati o demoliti, o oggetto di ordinanza di demolizione per pericolo di crollo, potranno essere in ogni caso realizzati con Scia edilizia “anche con riferimento alle modifiche dei prospetti, senza obbligo di speciali autorizzazioni”.

Di fatto il testo supera i limiti da sempre posti dal MIBAC che nel tempo ha impedito ogni tentativo di modificare il Dlgs 380/2001. In questo contesto saranno quindi ricompresi nell’ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia, anche quelli di demolizione e ricostruzione di immobili esistenti, situati in aree sottoposte a tutela ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio che siano stati dichiarati inagibili per effetto di eventi sismici, anche qualora, per comprovate esigenze di miglioramento anti-sismico, architettonico o di inserimento nel contesto ambientale di riferimento, si renda necessaria la variazione della sagoma, dei prospetti e delle caratteristiche planivolumetriche e tipologiche dell’edificio preesistente, purché ciò non comporti incrementi di volumetria. E’ l’ennesimo passo avanti verso la giusta direzione – continua Briziarelli -.

Siamo consapevoli che a distanza di quattro anni c’è ancora molto da fare e come Lega – conclude il Senatore – continueremo a lavorare come fatto in questi anni, perché le questioni, siano affrontate e risolte come dimostrato in occasione di tutti i provvedimenti a partire dalla conversione del decreto 55, al decreto emergenze, passando per le leggi di bilancio e lo sblocca cantieri. Ci auguriamo che altro ancora possa trovare soluzione all’interno del Decreto Agosto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*