Sindaco Bandecchi: “Gestione Stato-Regioni-Comuni Assurda, Impossibile Fornire Servizi Adeguati”

Il sindaco di Terni, Stefano Bandecchi, critica la gestione tra Stato, Regioni e Comuni dopo l'annuncio di tagli ai Comuni.

Sindaco Bandecchi: "Gestione Stato-Regioni-Comuni Assurda"

Sindaco Bandecchi: “Gestione Stato-Regioni-Comuni Assurda, Impossibile Fornire Servizi Adeguati”

Stefano Bandecchi, sindaco di Terni, ha espresso la sua preoccupazione per la gestione tra Stato, Regioni e Comuni, definendola “assurda”. Queste dichiarazioni arrivano in seguito all’annuncio del Partito Democratico che il Governo ha confermato tagli per 250 milioni di euro ai Comuni.

Secondo Bandecchi, questa gestione rende “impossibile fornire servizi adeguati” ai cittadini. Ha espresso queste preoccupazioni in un’intervista con l’ANSA.

Bandecchi ha sostenuto che il sistema attuale non produce ricchezza, non sostiene il commercio e le imprese, e manca di vitalità. Ha sottolineato la necessità di un profondo cambiamento per lo Stato italiano.

Ha inoltre espresso preoccupazione per l’autonomia differenziata regionale, affermando che porterà ulteriore miseria. Secondo lui, ciò renderà lo Stato ancora più povero e le regioni ancora più centrali in un contesto nazionale in cui i Comuni hanno bisogno di rapportarsi direttamente con lo Stato.

In conclusione, Bandecchi ha sottolineato la necessità di rivedere la gestione tra Stato, Regioni e Comuni, che oggi sono quasi concorrenti tra loro. Ha sottolineato l’importanza di fornire servizi adeguati ai cittadini e ha chiesto un cambiamento profondo nella gestione dello Stato italiano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*