Perugia, Social City assessori nominati tra chi non è stato eletto

 
Chiama o scrivi in redazione


Perugia, Social City assessori nominati tra chi non è stato eletto

Perugia, Social City assessori nominati tra chi non è stato eletto

Si sa: tutti noi sappiamo che, nei Comuni superiori a 15.000 residenti, per legge, il sindaco può nominare assessori cittadini non facenti parte del consiglio comunale che non siano stati candidati alle ultime elezioni comunali. Ad una prima considerazione può sembrare un fattore di scarsa importanza mentre, invece, analizzandolo approfonditamente rappresenta e determina l’andamento della politica del loro mandato. Abbiamo già avuto questa non felice esperienza nei cinque anni passati con una Giunta dove molti erano stati scelti da elementi esterni ed abbiamo potuto amaramente constatare come sia stato difficile rapportarsi con chi, non avendo avuto i voti dai nostri concittadini, non si sentiva obbligato a dialogare con la stessa comunità che amministravano.

Ma pur non andando contro nessuna legge

Ma pur non andando contro nessuna legge, come si è detto, è consigliabile che ciò avvenga? O meglio: quale rispetto si ha dei propri elettori avvalendosi di tale possibilità? O meglio ancora: quale fiducia gli stessi elettori dovrebbero avere di soggetti che non sono stati votati, vedendoli ad amministrare gli affari del Comune?

Qualcuno può obbiettare; “Ma dove c’è la necessità di una specifica competenza di gestione, non trovandola su soggetti eletti, si è costretti ad andarli a cercare tra i cittadini che hanno tali requisiti!”.

Obbiezione non assolutamente valida in quanto, quando si formano le liste elettorali, si dovrebbe massimamente tenere presente queste necessità. Se questo non avviene vuol significare due cose:

1° che chi ha candidato soggetti non idonei ha sbagliato e quindi l’elettore dovrebbe stare attento a non dargli la preferenza.

2°; se chi ha formato le liste, consapevolmente non ha tenuto presente questo fattore importantissimo, vuol dire che ha “ciurlato nel manico” preferendo persone con altri criteri e di conseguenza, anche in questo caso, l’elettore dovrebbe ugualmente non votare tali liste.

Giampiero Tamburi (Perugia: Social City)
(candidato al Consiglio comunale nella lista civica
“PERUGIA CON IL CUORE” – candidato sindaco Carmine Camicia)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*