Partito Democratico Umbria, elezione nuovo segretario a ottobre

 
Chiama o scrivi in redazione


Partito democratico Umbria, elezione nuovo segretario a ottobre

Il Partito democratico dell’Umbria a ottobre 2020 avrà un nuovo segretario. Lo ha detto il commissario Walter Verini, nel corso della conferenza stampa di sabato 4 luglio. Una commissione apposita è stata nominata ed è composta da otto uomini e sette donne.

Si tratta di (in ordine alfabetico) Paolo Baiardini, Luisa Basili, Damiano Bernardini, Giuseppina Bonerba, Stefania Cherubini, Giacomo Chiodini, Moreno Landrini, Giampiero Lattanzi, Catia Massetti, Enrico Menichetti, Letizia Michelini, Stefania Moccoli, Adriano Padiglioni, Daniela Tosti e Mario Tosti.

Per i congressi regionali, secondo le nuove regole, non sono più previste le primarie. Il segretario sarà scelto solo dagli iscritti.

Il percorso. Questo mese e il successivo saranno dedicati alle iniziative politiche. I circoli tra settembre e ottobre discuteranno e voteranno. I delegati eletti nella nuova assemblea regionale, in seguito, proclameranno il segretario. Il commissario, fino al quel momento si occuperà dell’ordinaria amministrazione. La commissione dovrà stabilire le date per la presentazione delle candidature.

“Vedo un drammatico vuoto politico e di decisioni da parte del governo regionale, con una latitanza che preoccupa su progetti, idee e tavoli per il futuro dell’Umbria”. lo ha dichiaratolo ha detto il commissario del Pd per l’Umbria Walter Verini.

“Da quando la Giunta regionale si è insediata, se vogliamo togliere i due mesi di tempo per ambientarsi e l’abbuono per l’emergenza pandemia – ha sostenuto Verini -, francamente ho
l’impressione che non sappiano ogni volta che pesci pigliare. Nella distinzione dei rispettivi ruoli, gli abbiamo chiesto di aprire una cabina di regia per progettare insieme il futuro dell’Umbria, perché la Regione deve farsi trovare pronta con progetti e idee considerando pure che arriveranno dall’Europa molti miliardi. Se governa una parte politica, dall’altra deve arrivare una opposizione robusta considerando pure che l’Umbria sta affrontando, anche più dell’Italia, un periodo delicato, con una crisi drammatica aggravata dalla pandemia”.

Il Pd sta lavorando per tornare in salute e unito. Per Verini “serve un Pd – ha concluso – che faccia non l’opposizione per l’opposizione ma per far ritrovare all’Umbria le sue strade”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*