Paolo Angeletti, “Da Di Maio nessuna proposta per Terni, solo ritorsione sul voto”

Paolo Angeletti, "Da Di Maio nessuna proposta per Terni, solo ritorsione sul voto"

da Paolo Angeletti
Paolo Angeletti, “Da Di Maio nessuna proposta per Terni, solo ritorsione sul voto” TERNI – Non voglio fare polemiche sul numero di persone presenti al comizio dell’onorevole Di Maio ieri a Terni, come qualcuno ha fatto. Forse è vero che la piazza non era piena come se l’aspettavano gli organizzatori, visto il “largo consenso” del M5S. Ma concentriamoci sul contenuto. Si è sentito dire che “chi voterà il candidato del M5S, avrà un governo amico dalla sua parte”.

L’affermazione è imbarazzante. La sua lettura – mi chiedo – passa attraverso una sorta di ritorsione verso un governo locale diverso da quello nazionale? Sarebbe così anche contro un Governo locale guidato dalla Lega?

Ho sentito invece poche parole spese per le vicende locali: niente su AST, sulle prospettive di sviluppo ed i problemi della città. Stiamo eleggendo un Sindaco di Terni, non un rappresentante del governo nazionale. Sono anche costretto ad entrare nell’affermazione sulla presunta antisismicità dell’Ospedale riportata da Andrea Liberati: in base a quali verifiche e quali dati viene affermato questo?

Ho accettato la sfida di candidarmi a Sindaco per amore della città, ottenendo massima libertà decisionale alla coalizione che mi appoggia. Non faccio promesse, ma garantisco impegno e onestà nel rispetto dei miei valori di uomo da centrosinistra. Va creato un argine contro populismi e ritorsioni verso la città.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*