La nebbia cala ancora sul comune di Perugia, consigliera Emanuela Mori (Iv)

 
Chiama o scrivi in redazione


La nebbia cala ancora sul comune di Perugia, consigliera Emanuela Mori (Iv)

La nebbia cala ancora sul comune di Perugia, consigliera Emanuela Mori (Iv)

“La sicurezza è un tema fondamentale per la nostra città  e ritenuto basilare per questa Amministrazione comunale. Tuttavia dopo sei anni di proclami, conferenze stampa e “passeggiate” ancora poco o niente è stato fatto sulla questione… nemmeno per quanto riguarda il rafforzamento del corpo di polizia municipale, strumento importante per consentire il controllo del territorio.

Ebbene nonostante le difficoltà riconosciute e le ottimistiche previsioni contenute nel piano del fabbisogno personale, leggo stamani un atto pubblicato sull’Albo pretorio del Comune con il quale si dispone l’annullamento della prova scritta già sostenuta dai candidati per irregolarità nelle procedure!

  • La determinazione dirigenziale n. 1838 del 13/10/2020 parla infatti di  “n. 4 buste presentano caratteristiche di difformità – doppio lembo di chiusura anziché singolo –  rispetto alle altre 73 contenute nel plico”.

Il criterio dell’anonimato nelle prove scritte delle procedure di concorso è fondamentale perché richiama i principi costituzionali di uguaglianza e di buon andamento e dell’imparzialità della pubblica amministrazione, garantendo la par condicio tra i candidati.

Ma siamo un Comune capoluogo di regione o un insieme di dilettanti allo sbaraglio?!? Come sempre c’è poca trasparenza! Ho presentato questa mattina un’interrogazione urgente  per chiedere chiarimenti sulla vicenda e procederò con un accesso agli atti per visionare gli elaborati consegnati e corretti!!

Basta con questo modo di procedere, è ora di finirla con la mancanza di trasparenza e con le procedure nebulose!”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*