Governo distratto e lontano dalle aree più interne, l’accusa della senatrice Modena

 
Chiama o scrivi in redazione


Governo distratto e lontano dalle aree più interne, l’accusa della senatrice Modena

“Un Governo distratto e lontano dalle aree più interne ”, pesante stato di accusa della senatrice Fiammetta Modena. “La questione delle aree interne, delle città prive di collegamenti, del Centro Italia che rischia di essere “dimenticato” se la politica del Governo si concentra solo sul divario tra Nord e Sud”, questi i temi centrali della conferenza stampa tenuta a Perugia dalla senatrice di FI Fiammetta Modena, membro della commissione giustizia di Palazzo Madama. L’esponente di Forza Italia ha puntato l’indice contro il premier Conte, molto più preoccupato – ha detto – di sedare le risse interne a Palazzo Chigi che non invece a preoccuparsi dello stato comatoso del Paese e dei mille bisogni degli italiani.

Per fortuna, grazie al nostro lavoro certosino di opposizione – ha sottolineato l’esponente forzista – i lavori della Commissione Bilancio, peraltro in notturna, “hanno consentito di migliorare il testo e recepire alcune istanze del nostro territorio, soprattutto riferite al cosiddetto “pacchetto sisma”. Sono stati previsti 20 milioni per la messa in sicurezza sismica delle scuole nei comuni del cratere, e sempre per il sisma sono state licenziate una serie di norme in materia di personale, per favorire le stabilizzazioni con un Fondo di 5 milioni per il 2020”.

Alla conferenza stampa che si è tenuta a Perugia insieme alla Sen.Fiammetta Modena, c’erano anche Roberto Morroni, Capogruppo in Regione e Andrea Romizi, coordinatore regionale di Forza Italia. Gli onorevoli Catia Polidori e Raffaele Nevi si sono invece collegati telefonicamente, perchè a Roma per il voto di fiducia.

Nel corso della conferenza stampa tenuta questa mattina nei locali del Consiglio regionale dell’Umbria la senatrice di Forza Italia Fiammetta Modena ha ribadito: “Lo stato di emergenza e la gestione straordinaria dell’emergenza sono stati prorogati al prossimo 21 dicembre 2021 .Sono previste agevolazioni fiscali per la Zona Franca Urbana estese a imprese e professionisti che intraprendono una nuova attività. Gli emendamenti hanno avuto come oggetto anche l’incremento del Fondo per la ricostruzione delle scuole. Importante anche la detrazione al 110% delle spese relative a interventi per la efficienza energetica e le misure antisismiche (Super bonus), per l’importo che eccede il contributo riconosciuto per la ricostruzione”.

Il Governo, – ha informato ancora la senatrice Modena- “sempre in sede di lavori della Commissione bilancio, ha accolto come raccomandazione gli emendamenti relativi alle città d’arte e alla decontribuzione al 30% . E’ stato invece accolto l’emendamento, presentato sia dalla Lega che da Forza Italia, che ha permesso di risolvere il pasticcio creato dal Decreto semplificazioni sulle discariche, a causa di un errore nelle tabelle. Sollevato dal livello regionale, ha evitato una possibile interruzione del servizio”.

“Conte ha ignorato le richieste in favore delle casalinghe”, duro attacco al premier di Catia Polidori(FI)

L’On.  Catia Polidori (Forza Italia), intervenendo alla conferenza stampa della senatrice di FI Fiammetta Modena questa mattina a Perugia ha lanciato al premier Conte e al suo Governo un durissimo attacco frontale:

 “Non ci è stato nemmeno concesso di integrare le iniziative ritenute idealmente condivisibili, ma inefficaci, come il bonus casalinghe/ghi (definirlo bonus è persino fuorviante) che stanzia una cifra offensiva: 40 cent per ciascuno.

Ho proposto – e avrei voluto che fosse accolto – un emendamento volto ad istituire, nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, un fondo con una dotazione di 5 mln dal 2020, finalizzato a garantire le casalinghe (uomini compresi) da infortuni domestici.

 L’unica cosa che mi è stata consentita di presentare è un ordine a beneficio degli anziani. La misura impegna il governo a valutare l’opportunità di estendere il “bonus baby sitter” anche a favore dei nuclei familiari in cui vi sia un ultrasettantacinquenne, nonché dei nuclei monofamiliari composti da una persona ultrasettantacinquenne, individuando i limiti di reddito per l’accesso al beneficio. Vedremo sarà accolto”.

Romizi (Coord. Regionale FI):”Sul recovery fund serve condivisione tra Governo, Regioni e comuni”.

Alla conferenza stampa della senatrice di FI,  Fiammetta Modena,  questa mattina a Perugia, è intervenuto il  Coordinatore regionale di FI, Andrea Romizi che oltre a ringraziare i parlamentari del lavoro svolto e ha sottolineato l’esigenza di un metodo di lavoro condiviso per il recovery tra Governo, Regioni e Comuni. Perché sia un volano di sviluppo, anche per le aree e le città interne, è necessario che siano ascoltate e condivise le esigenze dei Comuni e i loro progetti sia per la banda larga che per la riqualificazione delle periferie – ha concluso Romizi.”

Umbria, Roberto Morroni(Forza Italia): “Commissione Ue approva modifica piano sviluppo rurale 2020”

Roberto Morroni, capogruppo di Forza Italia in Regione Umbria, è intervenuto alla conferenza stampa indetta dalla Senatrice Fiammetta Modena, questa mattina a Perugia, ricordando che La Commissione europea ha approvato la modifica al piano finanziario del Programma di sviluppo 2020 rurale 2014/presentata dalla Regione Umbria per la redistribuzione di circa 36 milioni di euro “Un adeguamento del piano finanziario che va nella direzione dei provvedimenti concordati al Tavolo Verde con i rappresentanti del mondo agricolo a favore di interventi che meglio di altri consentono una rapida utilizzazione delle risorse del Psr, al fine di sostenere la ripresa economica delle aziende agricole attraverso strumenti che forniscono liquidità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*