Dimissioni Catiuscia Marini, capogruppo Pd, Chiacchieroni, no atti extraistituzionali

Gentili ex segretario Provinciale, Presidente Marini può e dovrebbe votare le sue dimissioni

Dimissioni Catiuscia Marini, capogruppo Pd, Chiacchieroni, no atti extraistituzionali

“L” eventuale scioglimento anticipato della legislatura umbra non può certo essere un atto extraistituzionale, sollecitato o proposto da forze esterne al Consiglio regionale, né tanto meno all’ Umbria”: il capogruppo del Pd in Assemblea legislativa Gianfranco Chiacchieroni interviene sul dibattito in corso dopo le dimissioni della presidente della Regione Catiuscia Marini.

“Spetta naturalmente ai partiti politici del centrosinistra e al Pd in particolare – aggiunge – esprimere giudizi e valutazioni che sono sicuro verranno dalle due assemblee provinciali di Perugia e Terni, convocate per i prossimi giorni, con le quali si confronteranno le rispettive rappresentanze istituzionali”.

“Il partito sta discutendo – ha quindi detto all”Agenzia nazionale di stampa associata dell’Umbria, Chiacchieroni – e decideremo anche in base a quanto scaturirà”.

I consiglieri umbri del Pd la prossima settimana incontreranno anche il segretario nazionale Nicola Zingaretti.

“Gli chiederemo – ha spiegato Chiacchieroni – di ragionare in chiave più garantista”. “Perché – ha proseguito – un avviso di garanzia (quello ricevuto da Marini – ndr) non è certo una condanna“.

Intanto il capogruppo del Pd ha espresso “un giudizio positivo” sul dibattito avviato in Assemblea legislativa “con l” apprezzato intervento” di Marini “che pur riconfermando la sua disponibilità alle dimissioni ha rivendicato con legittimo orgoglio l” azione di governo compiuta dal centrosinistra in Umbria”. “Cosciente della importanza dei giorni che viviamo – ha concluso Chiacchieroni – ho la certezza che stiamo lavorando per trovare la miglior soluzione che abbia al centro il bene dei cittadini e delle cittadine della nostra amata regione“.

Commenta per primo

Rispondi