Ast Terni, Fiorini, Lega Umbria, lavoratori vero motore dell’azienda

Ast Terni, Fiorini, Lega Umbria, lavoratori vero motore dell'azienda

Ast Terni, Fiorini, Lega Umbria, lavoratori vero motore dell’azienda

TERNI – Rispetto per i lavoratori dell’Ast. Il capogruppo regionale Lega Umbria, Emanuele Fiorini chiede maggiori garanzie per gli operai delle acciaierie ternane: “A fronte di un introito straordinario nel bilancio dell’azienda di 87 milioni di euro nel 2017 – spiega Fiorini – sembra sia stato previsto, per il corrente anno, un premio per i lavoratori di soli 400 euro lordi al massimo del risultato. Vorrei ricordare alla proprietà e ai sindacati, che a seguito degli accordi firmati nel 2014 al Ministero dello Sviluppo economico, quando a tirare le redini delle trattative era la Morselli, gli operai ternani hanno perso, tra premi produzione annullati, agevolazioni e straordinari negati, circa 2-3 mila euro annue, a seconda della posizione occupata all’interno dello stabilimento.

Pertanto, i 400 euro lordi annui al massimo del risultato, ci sembrano davvero poca cosa dopo anni di mancati riconoscimenti salariali. Auspico che tali importi siano rivisti in aumento in ragione del risultato di bilancio raggiunto nel 2017 e che i premi non siano vincolati a parametri pregiudizievoli per i lavoratori.

Mi auguro, altresì – prosegue il capogruppo Lega Umbria – che vi siano maggiore equità e proporzione nella ridistribuzione degli utili a beneficio di tutti i lavoratori, vero perno dell’azienda e motore della crescita produttiva, che hanno contribuito in maniera determinante a tale risultato. Chiedo alla proprietà maggior buon senso nel rapportarsi con la città che tanto ha dato e tanto continua a dare alla causa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*