Perugia città sicura, otto nuove telecamere in Centro storico

Sicurezza, videosorveglianza, 273 mila euro dal governo per l’Umbria

Perugia città sicura, otto nuove telecamere in Centro storico

A deciderlo è stata oggi la giunta che ha approvato, su proposta del sindaco Andrea Romizi, il progetto esecutivo che dà il via libera al potenziamento della videosorveglianza.

Nel dettaglio due telecamere del tipo “Autodome” (risoluzione 3Mpixel o superiore, versione day/night, zoom ottico 36x, zoom digitale 12x, compatibilità al 100% con protocollo Onvif, ruotabile) verranno installate in piazza Rossi Scotti in prossimità dell’intersezione con via delle Prome.

Invece, sei nuove telecamere di tipo “Bullet” (sensoneCmos da 3 Mpixel o superiore, ottica motorizzata, versione day/night, riduzione del rumore, zoom digitale 16x) verranno posizionate: due in via delle Cantine, una in via dei Tornitori all’intersezione con Corso Garibaldi, tre in via dei Pellari (zona Corso Garibaldi) di cui due all’intersezione con via dei Barutoli ed una all’intersezione con via del Piccione.

L’obiettivo di questa iniziativa è di contribuire a garantire una maggiore sicurezza e decoro urbano in aree dove negli anni si sono verificati eventi quali il danneggiamento di opere storiche (rocca del Monmaggiore a Porta Sole), violazioni del regolamento di polizia urbana (via delle Cantine) e criticitàlegate all’ordine pubblico (zona corso Garibaldi).

Il sistema di videosorveglianza a Perugia è nato nel 1999 con l’installazione di apparecchi in piazza IV Novembre, via dei Priori e San Francesco al Prato.

Negli anni, nell’ambito del progetto “Perugia città sicura” il sistema è stato fortemente potenziato, tanto che oggi si contano ben 132 telecamere con connessione tra le centrali dei vigili urbani e della Questura. Per il futuro è previsto l’ulteriore rafforzamento del sistema con 46 nuovi impianti che verranno installati in base ai progetti connessi al bando delle periferie ed al patto per Perugia sicura.

Commenta per primo

Rispondi