Consiglio comunale Perugia, approvate le variazioni al bilancio di previsione 2019-2021

 
Chiama o scrivi in redazione


Consiglio comunale Perugia, approvate le variazioni al bilancio di previsione 2019-2021

Consiglio comunale Perugia, approvate le variazioni al bilancio di previsione 2019-2021

Il Consiglio comunale ha approvato, con 21 voti a favore, 8 contrari e un’astensione, le variazioni al Bilancio di Previsione 2019-2021. Come ha ricordato il Presidente Fioroni, che ha ricostruito i vari passaggi che hanno portato all’atto, le stesse erano state già approvate dalla II Commissione Bilancio il 26 novembre scorso.

L’assessore Bertinelli ha, quindi, spiegato che si tratta di una delibera tecnica che non contiene variazioni strutturali, bensì soprattutto partite di giro, tra cui – la modifica principale relativa all’anno 2019 – l’inserimento di un contributo del Miur di circa 446mila euro per un intervento di edilizia scolastica a Ponte San Giovanni. All’esito viene comunque conservato il pareggio di bilancio e gli equilibri finanziari ed economici come certificato dai revisori dei conti.

E’prevista, innanzitutto, l’applicazione di ulteriori quote dell’avanzo di amministrazione vincolato di parte capitale derivante dal rendiconto di gestione dell’anno 2018 per €17.666,47 per un totale di avanzo applicato al 2019 pari ad €3.739.631,92, somma, questa, inferiore al limite di legge fissato in 3,8 milioni.

Nella parte entrate le modifiche sono legate principalmente ai trasferimenti da Amministrazioni esterne e da maggiori entrate extratributarie.

Nella parte spesa le modifiche riguardano l’allocazione sulle rispettive Missioni e Programmi del Titolo 1 (Spese correnti) delle maggiori/minori spese a fronte dei contributi a destinazione vincolata iscritti in entrata, nonché maggiori corrispettivi dei servizi.

Per la parte entrata corrente e per la parte spesa corrente nell’esercizio 2019 il saldo delle variazioni è di -332 mila euro, mentre per il 2020 è di 1,2 milioni e per il 2021 di 2,7 milioni.

Per la parte entrata in conto capitale il saldo 2019 è di 506mila euro, per il 2020 di 62mila per il 2021 40mila; per la spesa in conto capitale il saldo 2019 è di 523mila euro, per il 2020 62mila, per il 2021 40mila.

L’ammontare complessivo delle variazioni da apportare al bilancio di previsione 2019 è di 2,1 milioni, per il 2020 è di 1,3 milioni, per il 2021 è di 2,8 milioni.

Nel dibattito che ha visto protagonisti i consiglieri, la capogruppo di Italia Viva Emanuela Mori ha ribadito che si tratta di variazioni tecniche, peraltro minime nell’importo e, per questo ha annunciato il suo voto di astensione.

Più critici i consiglieri Pd Borghesi e Zuccherini che hanno evidenziato come dietro ogni variazione, seppur tecnica, vi siano delle scelte politiche. La consigliera Borghesi ha, quindi, invitato l’amministrazione a entrare nel dettaglio, così da far conoscere ai consiglieri ciò che di fatto sta dietro ad ogni variazione. Ha, quindi, annunciato il voto contrario dell’opposizione.

Dal canto loro, invece, i consiglieri leghisti Ricci e Mattioni hanno espresso il proprio plauso all’amministrazione per il non facile lavoro svolto e gli importanti risultati ottenuti senza ricadute negative sulla cittadinanza. Da parte loro annunciato, di conseguenza, il voto favorevole all’atto.

Al termine, le variazioni di bilancio sono state approvate con i 21 voti delle forze di maggioranza, 8 voti contrari e l’astensione della consigliera Mori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*