Consiglio comunale Perugia ha approvato il bilancio di previsione 2019/2021

 
Chiama o scrivi in redazione


Consiglio comunale Perugia ha approvato il bilancio di previsione 2019/2021Consiglio comunale Perugia ha approvato il bilancio di previsione 2019/2021

Consiglio comunale Perugia ha approvato il bilancio di previsione 2019/2021

Il Consiglio comunale ha approvato, nella sua penultima seduta, il bilancio di previsione 2019/2021, così come la nota di aggiornamento al DUP per lo stesso periodo e i relativi emendamenti, nonché il riconoscimento dei debiti fuori bilancio. Le pratiche erano state già discusse e approvate in II Commissione Bilancio lo scorso venerdì 26 aprile.

Per ciò che concerne il Documento Unico di Programmazione, la cui approvazione è preliminare a quella del bilancio di previsione per lo stesso periodo, è stato sottolineato come l’aggiornamento riguardi, in particolare, l’inserimento nella sezione operativa del documento stesso della Programmazione triennale del fabbisogno di personale, approvata con Deliberazione della Giunta comunale n. 79 del 13.03.2019, della Programmazione triennale dei lavori pubblici, adottata con Deliberazione della Giunta comunale n. 75 del 13.03.2019 e la ricognizione degli immobili suscettibili di valorizzazione e di dismissione nel triennio 2019-2021 del Piano Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari (PAVI), approvata con Deliberazione dalla Giunta comunale n. 521 del 27.12.2018;

Quindi, relativamente al bilancio di previsione, la giunta ha evidenziato ulteriormente che esso è in linea con quello del 2018.

Per l’esercizio 2019, in particolare, è prevista, una manovra da oltre 495 milioni di euro. Sulla parte delle entrate correnti, sostanzialmente, la legge di bilancio 2019 non ha apportato modifiche al quadro normativo dei tributi, rispetto agli esercizi precedenti.  Anche il fondo di solidarietà comunale rimane sostanzialmente invariato rispetto all’anno scorso. Tra le poste in aumento si evidenziano, invece, i contributi ministeriali per il Bando Periferie e i progetti nazionali. Un incremento, invece, è previsto per i trasferimenti correnti da amministrazioni locali, che passano da 6.856.392,38 euro del 2018 a 7.684.648,82 (+16,67%). L’incremento, in questo caso, è principalmente dovuto all’iscrizione del contributo per la mobilità alternativa, pari a 1 milione e mezzo.

Per quanto riguarda la previsione della spesa corrente è anch’essa in linea con il previsionale 2018, mentre prevede un incremento del 19,50% rispetto al consuntivo presunto del 2018, circa 186 milioni circa, a fronte di 156 circa; ciò deriva dall’applicazione di nuovi principi contabili relativi al Fondo crediti di dubbia esigibilità (15.236.941,11 euro) e al Fondo di riserva (798.275,71 euro) che non vengono impegnati in competenza e confluiscono nel risultato di amministrazione dell’esercizio. A questo proposito è da sottolineare il costante impegno per accelerare e ottimizzare la riscossione delle entrate già in corso dagli anni passati.

Per quanto riguarda, quindi, le entrate in conto capitale –complessivamente pari a circa 69 milioni e mezzo- si osserva un incremento del 77,76% rispetto al consuntivo presunto 2018, quando le stesse sono state pari a circa 15 milioni e mezzo. 6.418.441,57 euro è, invece, l’importo previsto per l’accensione di mutui destinati agli interventi di edilizia scolastica, viabilità ed edifici comunali nel 2019. Sul piano delle spese in conto capitale (90 milioni contro i 19 registrati a consuntivo presunto 2018), sono ricomprese le opere e i lavori previsti nel programma triennale dei lavori pubblici.

Da evidenziare, infine, che la copertura del disavanzo tecnico di amministrazione, emerso con il rendiconto 2014 e applicata a ciascun bilancio di previsione fino al 2042 per 1,2 milioni di euro, nel 2019 sarà in realtà di 3 milioni e 350mila euro, finanziato con i proventi delle alienazioni patrimoniali, in particolare della vendita dell’immobile di Madonna Alta alla Usl.

L’intera manovra ha ottenuto il parere favorevole del collegio dei Revisori dei conti.

Due gli emendamenti presentati dall’Amministrazione comunale sul bilancio, con parere favorevole e approvati anch’essi nella passata seduta della commissione Bilancio.

Col primo sono stati recepiti gli stanziamenti necessari per la completa realizzazione del progetto di riqualificazione urbana “sicurezza e sviluppo per Fontivegge e Bellocchio”, finanziato con fondi statali di cui al bando delle periferie; nel dettaglio si tratta del contributo di 219.200 euro (anno 2019) per l’intervento “Regeneration Center”, di ulteriore contributo sempre di 219.200 euro (anno 2020) per il  medesimo intervento “Regeneration Center” e di un ulteriore contributo per l’anno 2019 di 362.652,84 euro.

Col secondo emendamento (a valere sia sul bilancio di previsione che sul dup) è stata prevista una variazione di spesa di 100mila euro per l’intervento di recupero ed adeguamento normativo del teatro del Pavone, eliminando pari somma dal fondo interventi di somma urgenza (che passa da 800mila a 700mila euro).

Nel dibattito che è seguito alla presentazione degli atti da parte dell’Esecutivo, le opposizioni hanno sottolineato come il bilancio in questione testimoni, a loro avviso, il fallimento della giunta. E’ stato sottolineato come vi sia stata continuità con il passato, quando Perugia avrebbe avuto bisogno di nuovo slancio per diventare una città di standard europeo, senza una vera politica di razionalizzazione della spesa, di programmazione e di sviluppo economico.

Al termine, sono stati messi in votazione sia gli emendamenti che gli atti nella loro integrità con i seguenti risultati:

Emendamento n.2 al DUP 2019/2021 – Nota di aggiornamento (Teatro Pavone): approvato con 19 voti a favore e 9 voti contrari;

DUP 2019/2021 – Nota di aggiornamento: approvato con 19 voti a favore e 9 contrari;

Emendamento n. 1 al Bilancio di previsione 2019/2021 (recepimento stanziamenti bando periferie): approvato con 19 voti favorevoli, 5 contrari e 4 astensioni;

Emendamento n. 2 al Bilancio di previsione 2019/2021 (Teatro Pavone): approvato con 19 voti favorevoli, 7 voti contrari e 2 astenuti;

Bilancio di previsione 2019/2021: approvato con 18 voti a favore e 7 voti contrari.

Approvato quindi anche il riconoscimento dei debiti fuori bilancio per una somma complessiva di 54mila euro circa, così ripartiti:

U.O. RISORSE UMANE

-Sentenza esecutiva del Tribunale di Perugia n. 408/2016 e della Corte di Appello di Perugia n. 152/2018, , per risarcimento danni e spese legali di entrambi i gradi di giudizio per un importo di € 14.000,00;

-Sentenza esecutiva della Corte di Appello di Perugia n. 152/2018, per risarcimento danni e spese legali del giudizio per un importo di € 14.000,00;

U.O. EDILIZIA PRIVATA-SUAPE

Sentenza esecutiva del Consiglio di Stato Sez. V n. 4195/2013, per condanna alle spese legali del giudizio per complessivi € 4.247,10;

S.O. SICUREZZA

Sentenze varie riferite a contenziosi per sanzioni al Codice della strada per complessivi € 9.091,27;

S.O. CONTRATTI E SEMPLIFICAZIONE

Integrazione debito fuori bilancio contenzioso già riconosciuto con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 39/2018, per oneri accessori (spese generali, CAP e ritenuta d’acconto) precedentemente non calcolati per mero errore materiale, per complessivi € 8.577,10.

AREA RISORSE AMBIENTALI – SMART CITY E INNOVAZIONE

-Sentenza del Giudice di Pace di Perugia n. 171/ per recupero spese pronto intervento a seguito Ordinanza n. 359/2015, per complessivi € 961,91;

-Sentenza TAR Umbria n. 100/2019 per condanna spese legali del giudizio, per complessivi € 3.000,00;

AREA SERVIZI FINANZIARI

Sentenza del Giudice di Pace di Perugia n. 185/2019 del 01/03/2019 condanna spese processuali e registrazione sentenza, per complessivi € 683,65.

Anche in questo caso, l’atto è stato approvato con 19 voti favorevoli e 8 contrari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*