WhatsApp, Facebook, Instagram, tutti ko, ma cosa è successo ieri 

Si tratta di un problema di DNS, cioè il sistema utilizzato per associare i nomi ai domini

WhatsApp, Facebook, Instagram, tutti ko, ma cosa è successo ieri

Tutto “down”. Facebook, Instagram, WhatsApp. Una sorta di “apocalisse”, con pochissimi precedenti, soprattutto per la sua lunghezza. I tre colossi fermi in tutto il mondo dalla metà del pomeriggio di lunedì 4 ottobre. E così gli hashtag #WhatsAppdown, #instagramdown e #facebookdown, come spesso succede, sono subito diventati trend topic su Twitter.

I primi problemi su WhatsApp

I primi problemi su WhatsApp, dunque Facebook. I problemi, come segnala Downdetector, inizialmente erano soprattutto estesi alla città di Milano e dintorni: il picco di segnalazioni è arrivato dopo le 17.30 di ieri. Per WhatsApp e Instagram disguidi anche per invio e ricezione anche a Roma. Poco dopo le 18 anche da altri Paesi in Europa, come Francia, Germania o Belgio, e poi Israele e Turchia sono arrivate segnalazioni di malfunzionamento per i social network di Mark Zuckerberg. E pian piano si è capito che il problema è mondiale, così come ha messo in evidenza NetBlocks, che su Twitter ha fatto sapere di aver riscontrato interruzioni “in più paesi” non connessi “a sospensioni o filtraggi dei singoli paesi”.

Sappiamo  che molte persone stanno avendo dei problemi

Dunque, il messaggio di WhatsApp su Twitter: “Sappiamo  che molte persone stanno avendo dei problemi. Stiamo lavorando per risolvere il problema e vi ringraziamo per la pazienza”. Poi Instagram, con parole un poco inquietanti: “Instagram e i suoi amici stanno attraversando un momento un po’ complicato e potreste avere problemi a utilizzarli. Abbiate pazienza, ci siamo”. Insomma, “momento difficile”. Infine Facebook: “Ci scusiamo per gli inconvenienti che tante persone stanno riscontrando nell’usare le nostre app”.

Il problema sarebbe gravissimo e più esteso del previsto

Ma non è tutto. Stando ad altre segnalazioni, il problema sarebbe gravissimo e più esteso del previsto poiché il sito di Facebook sarebbe “scomparso” dalla rete, insieme  a quello di Instagram e WhtsApp. Si tratta di un problema di DNS, cioè il sistema utilizzato per associare i nomi ai domini. Un danno per milioni di utenti e un mistero: che cosa sta accadendo? Ma non è finita: online, si trova in vendita addirittura il sito Facebook.com, il cui dominio risulterebbe disponibile./Liero.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*