Saschia Soli: “Antisocialità, pro e no vax si somigliano”

Saschia Soli e lockdown al femminile, donna con qualche chance in più
Saschia Soli

Saschia Soli: “Antisocialità, pro e no vax si somigliano”

di Saschia Soli

Leggo ovunque post contro i no-vax, nuova categoria sociale che sembra rappresentare l’ascesa nel nostro pianeta del demonio, in carne ed ossa, direttamente dagli inferi.

  • non sposo le ragioni dei no-vax

Premettendo che non sposo le ragioni dei no-vax, non ne condivido i contenuti, spesso infarciti di teorie terrapiattiste, ritengo che la loro antisocialità sia pari a quella dei pro-vax che non adottano alcuna cautela nel rapportarsi agli altri favorendo, anche da vaccinati, nuovi contagi.

Riguardo alla vicenda Bassetti, alle minacce ricevute da presunti no-vax, condotte che vanno stigmatizzate e severamente punite, ricordo, prima di tutto a me stessa, che manipoli di violenti, facinorosi individui si sono sempre confusi nella mischia sposando gli ideali politici, calcistici, sociali e addirittura religiosi di gruppi di persone non violente.

Penso che soggetti privi di ideali, di morale, di propensione al prossimo, per sentirsi utili e forti trasformino la loro inutilità in azioni plateali che possano renderli visibili, e più le loro condotte sono violente e antisociali e più si sentono forti, l’importante è che se ne parli!

Io non parlo di no-vax ma di cretini e purtroppo la madre dei cretini è sempre incinta….

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*