Squarta: «Subito il pronto soccorso pediatrico negli ospedali di Perugia e Terni»

 
Chiama o scrivi in redazione


perugia today

Squarta: «Subito il pronto soccorso pediatrico negli ospedali di Perugia e Terni»

Il presidente del Consiglio Regionale: mancano solo in Umbria e Basilicata, per ciò che viene fatto di buono coi bambini dobbiamo ringraziare medici e infermieri

L’istituzione di un pronto soccorso pediatrico negli ospedali di Perugia e Terni viene sollecitata attraverso una mozione dal presidente del Consiglio regionale umbro Marco Squarta. «L’Umbria – spiega l’esponente di Fratelli d’Italia – è rimasta l’unica regione d’Italia insieme alla Basilicata ad esserne ancora sprovvista mentre credo sia indispensabile assicurare ai piccoli un’assistenza specialistica. Infatti neonati, lattanti, bambini e adolescenti necessitano di attenzioni differenti rispetto a quelle di un adulto». Secondo Squarta è dunque «necessario che ad accogliere un paziente pediatrico in pronto soccorso ci sia personale formato in maniera specifica, disponibile 24 ore su 24, per garantire servizi a misura di bambino. La mia proposta – si legge in una nota – punta a far ottenere accoglienza, spazi e adeguati servizi sanitari d’urgenza dedicati in maniera esclusiva ai bambini».

Nell’atto depositato, che impegna la Giunta ad attivare servizi presso le strutture del Santa Maria della Misericordia di Perugia e del Santa Maria di Terni viene menzionata un’indagine della Società italiana di Medicina di emergenza e urgenza pediatrica (Simeup) secondo cui per i piccoli pazienti «una garanzia in più è offerta dai pronto soccorso pediatrici h24». In Italia ce ne sono 210: 58% nelle regioni del Nord, 14% al Centro e 28% al Sud. «Nell’individuazione della patologia del bambino o nell’assistenza in fase emergenziale – spiega Squarta – l’approccio pediatrico è naturalmente diverso rispetto a quello riservato agli adulti e, spesso, le condizioni nelle sale d’attesa del pronto soccorso non garantiscono elevati standard di accoglienza per giovanissimi e bambini, soprattutto quando sono molto piccoli».

Il presidente Squarta conclude elogiando il lavoro dei sanitari umbri: «L’Umbria, insieme alla Basilicata, risulta totalmente sprovvista di pronto soccorso pediatrici ma in tutte le occasioni a colmare le lacune del sistema è la devozione di molti medici che riescono comunque a fornire le migliori cure possibili ai piccoli pazienti».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*