Alta formazione per dirigenti regionali, bilancio positivo a Villa Umbra

Formazione manageriale program e project management

Formazione a Villa Umbra

Alta formazione per dirigenti regionali, bilancio positivo a Villa Umbra
PERUGIA – Si sono chiuse a Villa Umbra, la prima e la seconda edizione del corso “Formazione manageriale program e project management”, rivolto ai dirigenti e direttori della Regione Umbria. Il corso, promosso dalla Regione Umbria su proposta dell’assessore regionale Antonio Bartolini e curato dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica in qualità di soggetto attuatore, è finanziato dal FSE per l’empowerment dei dirigenti pubblici.

Formazione articolata in tre edizioni

Il percorso formativo, articolato in tre edizioni, ciascuna di 16 ore per un totale di 60 partecipanti, ha visto intervenire tre formatori: Ivo Allegro, esperto in tematiche amministrative, project management, controllo di gestione e dei processi, fondi strutturali dell’UE. Lavora nello sviluppo di processi di revisione della spesa e valorizzazione degli asset in pubbliche amministrazioni locali e territoriali; Roberto Formato, esperto in project management, valutatore di progetti per diverse istituzioni europee, svolge attività di ricerca sui temi dell’innovazione e dello sviluppo presso IRISS-CNR, Melina Nappi, esperta in valutazione della performance, analisi dei processi, project management, coordinatrice di progetti finanziati dai fondi strutturali dell’UE, fondi nazionali e regionali.

Bilancio positivo per le prime due edizioni

“E’ stato attivato un percorso innovativo nelle modalità di approccio per quanto concerne la gestione delle attività della Pubblica Amministrazione – ha affermato Ivo Allegro – L’obiettivo è favorire processi organizzativi orientati non soltanto al rispetto dei compiti ma soprattutto all’erogazione di prestazioni di qualità, in linea con le richieste della cittadinanza. Formare i dirigenti regionali in una logica di progetto e di processo è stata la cifra di questo percorso”.

Al centro del percorso formativo l’organizzazione per processi, le figure e i ruoli nel Project Management, le competenze chiave richieste, le fasi e gli strumenti del Project Management, gli strumenti di programmazione e controllo. “Le giornate formative sono state molto interessanti anche per noi docenti – ha aggiunto Ivo Allegro – L’evoluzione del percorso potrebbe essere il supporto ai dirigenti nell’applicazione pratica, all’interno degli uffici, con un’azione formativa di affiancamento on the job, che consenta di consolidare, rafforzare le competenze acquisite e di favorirne il trasferimento ai funzionari intermedi ed operativi”. La terza edizione partirà a settembre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*