CariPerugia, al Museo Marabottini l’universo femminile protagonista

La collezione dello studioso fiorentino, composta di oltre 700 opere, comprende infatti numerosi dipinti

 
Chiama o scrivi in redazione


CariPerugia, al Museo Marabottini l’universo femminile protagonista

CariPerugia, al Museo Marabottini l’universo femminile protagonista

Sibille o Muse ispiratrici. In abiti eleganti o nei panni di contadine. Comunque donne. Donne protagoniste del percorso tematico organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e dalla Fondazione Cariperugia Arte a Palazzo Baldeschi, sede del museo Alessandro Marabottini, dove domenica 13 marzo per tutta la giornata è previsto l’ingresso libero con visite guidate gratuite al percorso “Storie di donne: dal mito al Novecento”, una selezione di 14 dipinti scelti tra quelli della collezione Marabottini come espressione della femminilità, ritratta secondo canoni diversi in base al contesto storico e sociale.

La collezione dello studioso fiorentino, composta di oltre 700 opere, comprende infatti numerosi dipinti – soprattutto ritratti – di figure femminili di spiccata personalità sulle quali convergono elementi di carattere mitologico, ma anche storico-sociale e in generale culturale.

L’evento, che fa seguito a quello organizzato in occasione del 14 febbraio dedicato all’amore, ne ricalca lo spirito: festeggiare attraverso l’arte ricorrenze uniche, come la festa di San Valentino prima e, per questo secondo appuntamento, la Festa della donna, alla quale si è scelto di dedicare una domenica speciale che va ad aggiungersi alle numerose iniziative di natura socio-culturale organizzate in Umbria per la ricorrenza dell’8 marzo.

Il programma prevede quattro visite guidate: nella mattinata alle 11 e alle 12 e nel pomeriggio alle 17 e alle 18. E’ obbligatoria la prenotazione. E si sta già pensando al prossimo evento che, con l’avvicinarsi della bella stagione, sarà dedicato alla primavera.

CariPerugia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*