13 giugno, il raduno di moto d’epoca a cura di Camep

 
Chiama o scrivi in redazione


13 giugno, il raduno di moto d’epoca a cura di Camep

Si terrà domenica 13 giugno il raduno di moto d’epoca “Circuiti di Perugia e del Trasimeno”, organizzato dal C.A.M.E.P, manifestazione italiana all’insegna dello sport, della tradizione e della cultura. Il Circuito del Trasimeno nacque nel 1909 (56 km) con partenza ed arrivo a Castiglion del Lago mentre nel 1922 fu creato il Circuito di Perugia, (16 km) con partenza e arrivo a Pian di Massiano.

Nel 2010, il CAMEP ha voluto e saputo riprenderli, unificando i due itinerari e facendo crescere l’evento, a cui nel tempo hanno partecipato sempre più motociclisti da tutta Italia. Dopo la pausa forzata degli ultimi due anni, a causa del Covid, la manifestazione che riprende domenica prossima in una sola giornata e senza i tradizionali giri all’Autodromo di Magione, che la caratterizzavano rispetto ad altri eventi.

L’appuntamento ha anche permesso, nel corso del tempo, di unire passione motociclistica e cultura, i paesaggi del Lago Trasimeno e gli splendidi borghi della regione, percorsi da moto, scooter e sidecar dagli anni ’20 agli anni ’70, con la Moto Guzzi a fare la parte del leone, insieme a Benelli, Bianchi, Ganna, Gilera, MM, Mondial, MV, Parilla, Rumi oltre alla moto di casa: la Moto Perugina.

Saranno presenti anche due ruote inglesi come AJS, Ariel, BSA, Norton, Matchless e Triumph, le tedesche BMW, NSU, Zundapp e le classiche americane Indian e Harley Davidson. Non mancheranno veri e propri pezzi unici come Imperia, Moto Mello, Cotton e delle splendide Rudge da corsa, grazie all’amicizia con il “Registro Storico Italiano Rudge & P.S”.

Il via sarà alle 9.30 dalla sede del Camep in via Settevalli alla presenza dell’Assessore allo Sport Clara Pastorelli e dell’Assessore allo sviluppo economico e marketing Gabriele Giottoli, percorrerà la Strada Marscianese, via Cerqueto e Castiglion della Valle e arriverà a Fontignano.

Qui, prima tappa con la visita alla tomba del Perugino e un assaggio del tradizionale Torcolo di san Costanzo. Quindi, i partecipanti riprenderanno fino al Lago Trasimeno per poi far ritorno a Perugia.

“Sono felice di tornare a vedere queste splendide moto in giro per l’Umbria – ha dichiarato l’Assessore Pastorelli – la nostra regione è anche una terra di motori. Il raduno d’epoca curato dal Camep simboleggia una ripartenza anche di turisti che in moto potranno visitare i nostri territori”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*